08/01/2016

No al binge drinking

no al binge drinking
Health & News
Scritto da:
Health & News
Il Binge drinking causa al fegato danni peggiori di quanto immaginiamo. Nella credenza comune bere ogni tanto anche fino ad ubriacarsi non è poi così dannoso, ma i dati parlano chiaro: questa abitudine comporta un enorme accumulo di grasso nel fegato che alla fine compromette la capacità dell'organo di funzionare correttamente.


Cos'è il binge drinking

Si definisce così un modello di consumo di alcolici che porta il contenuto di alcol nel sangue di un individuo a superare  0,08 g/dl. Generalmente ciò accade, negli uomini, quando si consumano cinque o più bevande alcoliche entro due ore, e per le donne 4 bevande. Shivendra Shukla, della University of Missouri School of Medicine, ha condotto un recente studio che ha mostrato che il binge drinking causa danni seri anche in persone che bevono regolarmente per cause che ancora non sono del tutto chiare e che andranno analizzate.
Leggi anche:
Binge drinking: un fenomeno in crescita tra i giovanissimi
Spesso i giovani usano le sostanze alcoliche come qualcosa che serve a dare piacere e aiuta a passare del tempo con gli amici, per eliminare più facilmente le inibizioni.
 

Lo studio sui topi

Lo studio ha mostrato che nel corso di 4 settimane i topi esposti ad un uso cronico di alcol o ad episodi di binge drinking mostravano danni al fegato moderati, ma ciò che ha sorpreso gli studiosi è stato scoprire che il danno aumentava enormemente per i topi esposti sia al consumo cronico che ad episodi di binge drinking. A dimostrazione che questa modalità di consumo di alcol è estremamente pericolosa per la salute del fegato indipendentemente da quanto si sia abituati a bere.

Per approfondire guarda anche: "L'alcol e il fegato"
TAG: Fegato | Epatologia | Gastroenterologia | Endocrinologia e malattie del ricambio
Health & News
Scritto da:
Health & News