02/02/2016

Regolarità nello screening per prevenire il cancro

regolarita nello screening per prevenire il cancro
Health & News
Scritto da:
Health & News

Ogni giorno mille nuove diagnosi di tumore

In Italia ogni giorno mille italiani scoprono di avere un tumore, un grande male che uccide ogni anno nel nostro Paese circa 180mila persone, numeri che restano alti anche a fronte delle terapie sempre più personalizzate, mirate ed efficaci.

Il punto cruciale della lotta contro il cancro resta sempre quello legato alla prevenzione. Perché molti dei tumori possono essere evitati seguendo precisi accorgimenti che hanno il sapore del buon senso comune ma che vengono troppo spesso disattesi.

Il messaggio dell'edizione 2016 del World Cancer Day (Giornata Mondiale contro il Cancro) rimanda proprio alla prevenzione: “We Can. I Can” è la campagna in atto in questi giorni, in vista della giornata del 4 febbraio, che mira a sensibilizzare tutta la popolazione sull'importanza cruciale di ridurre i fattori di rischio.

Non è notizia di oggi che l'Organizzazione Mondiale della Sanità stimi che seguendo uno stile di vita più sano si possa prevenire il 30% delle diagnosi di cancro. Se da un lato l'ambiente può favorire l'insorgenza delle neoplasie, con agenti inquinanti, smog, radiofrequenze, impiego dei pesticidi, molto si può fare nella propria vita quotidiana per limitare i rischi. Smettere di fumare, non eccedere con gli alcolici, mangiare in modo sano, fare attività fisica regolare sono alcuni dei più importanti e pubblicizzati comportamenti preventivi.

I tipi di cancro più frequenti in Italia e le strategie di difesa

Il cancro più frequente è quello al colon-retto, seguito da quello al seno, ai polmoni, alla prostata e alla vescica.
Le strategie per difendersi dal cancro si sviluppano su due linee. La prima riguarda una prevenzione primaria legata, come detto, allo stile di vita. La seconda riguarda la diagnosi precoce, che è essenziale affinché si possa aumentare la probabilità di sopravvivenza e guarigione che negli ultimi anni è salita significativamente grazie alle nuove terapie.

Sottoporsi a screening ed esami specialistici con cadenza regolare permette, quindi, di individuare tempestivamente lesioni piccole che possono essere trattate con successo.

Sintomi da non sottovalutare

Ed è altresì importante accorgersi dei cambiamenti e dei messaggi che il corpo ci lancia per potersi rivolgere immediatamente al medico. L'American Cancer Society ha stilato un elenco di sintomi che non vanno mai sottovalutati e che potrebbero indicare la presenza di un tumore. Eccoli nel dettaglio:

  • fatica cronica e spossatezza ingiustificata e persistente, accompagnata da un crescente bisogno di dormire;
  • inspiegabile perdita di peso;
  • dolore persistente, che non va via con i farmaci e dura per settimane;
  • cambiamenti nell'aspetto della pelle, soprattutto in quello di nei o lentiggini, e soprattutto se danno prurito o lesioni con sangue;
  • rigonfiamento sottocutaneo e noduli;
  • macchie bianche nella bocca possono indicare una condizione precancerosa chiamata leucoplachia;
  • febbre prolungata;
  • necessità di urinare più frequentemente e dolore alla minzione, ma anche sangue nell'urina;
  • sangue nelle feci o diarrea persistente;
  • tosse che non passa, soprattutto se presenta tracce di sangue e e raucedine.
Leggi anche:
La manifestazione vuole essere il pretesto per promuovere uno stile di vita sano nella lotta al cancro.

Per approfondire guarda anche: “Cancro e tumori: storie di speranza“

TAG: Oncologia | Tumori | Prevenzione | Eventi salute
Health & News
Scritto da:
Health & News