Roma, 22 ott. (Adnkronos Salute/Wp) - La menopausa colpisce al cuore. Sperimentarla prima dei 50 anni può infatti aumentare il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. Lo suggerisce un nuovo studio, pubblicato su 'Lancet: Public Health'. I ricercatori hanno scoperto che le donne che avevano raggiunto la menopausa quando avevano dai 40 ai 44 anni, presentavano anche il 40% in più di probabilità di incappare in un problema cardiovascolare non fatale - angina, infarto o ictus - prima dei 60 anni rispetto a quelle che avevano raggiunto la menopausa a 50 o 51 anni. Entrare in menopausa a 45-49 anni corrisponde invece ad un aumento del rischio del 17%.
I risultati si basano su un'analisi dei dati di 15 studi, che hanno coinvolto 301.438 donne tra Stati Uniti, Gran Bretagna, Australia, Giappone e Scandinavia. La menopausa è una parte normale dell'invecchiamento e, in media, si verifica a 51 anni. Lo studio non ha stabilito perché i problemi cardiovascolari fossero più diffusi tra le donne entrate in questa fase della vita prima dei 50 anni, ma i ricercatori segnalano che il calo del livello degli estrogeni che accompagna la menopausa può giocare un ruolo. Come proteggere, allora, il cuore in menopausa? Gli esperti suggeriscono alle donne in questa fase della vita di concentrarsi su ciò che è possibile controllare, come i ben noti fattori di rischio cardiovascolare.