Milano, 25 giu. (AdnKronos Salute) - Un defibrillatore salvavita nella sede di Aci Milano. Con la posa dell'apparecchiatura di pronto intervento contro l'arresto cardiaco, oggi nel capoluogo lombardo nello storico edificio di corso Venezia, ha preso il via la campagna di sensibilizzazione 'In pista con il cuore', promossa dall'associazione In campo con il cuore e da Aci Milano per diffondere l'importanza dei defibrillatori automatici e la conoscenza delle manovre di primo soccorso fra i soci dell'Automobile Club d'Italia e gli automobilisti. Il progetto è sostenuto dal Comune attraverso la collaborazione della Presidenza del Consiglio comunale, che ricopre anche il ruolo di Presidenza onoraria dell'associazione.
"Sosteniamo ormai da tempo questa campagna - sottolinea il presidente del Consiglio comunale, Lamberto Bertolé - perché riteniamo molto importante sensibilizzare i cittadini alla cultura della prevenzione e del primo soccorso. I defibrillatori possono rivelarsi strumenti decisivi per i cittadini ed è importante che siano presenti negli uffici pubblici e negli spazi molto frequentati dalla popolazione". Ivan Capelli, presidente di Aci Milano ed ex pilota di Formula 1, è "molto fiero di sostenere come Aci Milano e personalmente un'iniziativa di così grande rilievo e utilità sociale. La nostra sede è meta e punto di passaggio, fra spazi interni e adiacenti, di migliaia di persone ogni giorno. Altrettanto importante è sensibilizzare le decine di migliaia di automobilisti che fanno riferimento al nostro club".
"Il rapporto di In campo con il cuore con la città è ben avviato e intenso dal 2014", evidenzia Gianfranco Fasan, presidente dell'associazione che "ha già donato e posato a Milano oltre 20 defibrillatori automatici in collaborazione con Iredeem cardio proteggendo molti Municipi, il polo museale di Palazzo Reale e della Permanente, e gli uffici dell'Anagrafe di via Larga". Al Parco Sempione - ricorda una nota - è stato installato nel 2017 il primo totem dotato di Dae telecontrollato 24 ore al giorno, cardioproteggendo le migliaia e migliaia di cittadini, sportivi e famiglie che frequentano il grande polmone verde meneghino. Grazie a questo strumento, solo nel marzo scorso, è stato possibile salvare la vita di un giovane colto da arresto cardiaco.
L'associazione In campo con il cuore è da tempo impegnata nella formazione, prevenzione e diffusione del defibrillatore come strumento salvavita e nella cultura del primo soccorso nei luoghi dello sport, nei luoghi di alto passaggio, nei condomini in collaborazione con Anaci (Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari) e ora, grazie al sostegno di Aci Milano, anche tra le migliaia di automobilisti allargando e integrando il concetto di sicurezza stradale.
La campagna 2018 - si legge nella nota - sosterrà con i mezzi di comunicazione Aci l'importanza della sicurezza stradale, anche informando gli oltre 45 mila soci e tutti gli automobilisti sulle manovre salvavita e il ruolo del defibrillatore.
In Italia sono oltre 60 mila i decessi per arresto cardiaco, un'eventualità in cui un intervento di primo soccorso tempestivo e adeguato contribuisce a salvare fino al 30% in più delle persone colpite.