28/01/2016

Verdure bollite o fritte? Ricercatori spagnoli non hanno dubbi

verdure bollite o fritte ricercatori spagnoli non hanno dubbi
Health & News
Scritto da:
Health & News

Maggiore concentrazione di sostanze nutritive nelle verdure passate in padella

A sfatare la diffusa convinzione che bollire le verdure invece di saltarle in padella con l'olio sia un metodo di cottura più salutare ci pensano i ricercatori dell'Università di Granada sulle pagine di Food Chemistry.

Come riportato dal Telegraph, Cristina Samaniego Sanchez e i suoi colleghi hanno condotto dei test su alcuni tipi di verdure (patate, melanzane, zucca e pomodori) cotte in modi differenti e sono giunti alla conclusione che i prodotti hanno mantenuto una concentrazione di sostanze nutritive superiore quando venivano passate in padella in olio extravergine piuttosto rispetto a quando venivano bollite.
Leggi anche:
Verdure: le cose buone di un tempo!
Nelle diete sane e ben bilanciate non dovrebbe mai mancare la verdura, possibilmente proveniente da agricoltura biologica.


La frittura aumenta il contenuto di antiossidanti

Dopo la frittura le verdure addirittura aumentavano il loro contenuto di antiossidanti, sostanze moto benefiche per la salute cardiovascolare e per la prevenzione dei tumori.

Secondo quanto osservato dalla studiosa, non ci sono dubbi che la frittura in olio extravergine d'oliva sia il metodo di cottura che preserva maggiormente la capacità antiossidante ed incrementa la frazione fenolica, il che vuol dire che apporta un miglioramento al processo di cottura: “la bollitura può essere raccomandata quando il cibo viene poi consumato insieme all'acqua di cottura”, spiega la ricercatrice, perché in questo modo si assumono comunque gli antiossidanti e le altre importanti sostanze che si sono disperse nell'acqua durante la bollitura.

Per approfondire guarda anche "Dieta e nutrizione: le verdure"
TAG: Alimentazione naturale | Nutrizione | Dieta | Scienza dell'alimentazione
Health & News
Scritto da:
Health & News