Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

A seguito di esami effettuati per i reumatismi, a

A seguito di esami effettuati per i reumatismi, a mia madre sono stati riscontrate le transaminasi alterate. Ci siamo rivolti ad un epatologo, il quale ha fatto eseguire una serie di accertamenti diagnostici tra quali l'Ecografia con eco-color doppler e TAC con mdc.
Dall'ecografia risulta quanto segue: "epatomegalia, con margini irregolari con presenza a livello dell'VIII segmento di un piccolo angioma (diam max. 9 mm.) ed al livello di un'immagine ipoecogena (diam max. 13 mm.) di n.d.d. (sospetto HCC utile valutazione TAC). In data 1° giugno mia madre ha eseguito la TAC con mdc che ha riscontrato il fegato ingrossato per un'Epatite cronica e delle microcalcificazioni nel IV e VII segmento, milza regolare. Non fa espresso riferimento a quanto indicato nell'ecografia. Abbiamo chiesto delle spiegazioni al medico, il quale ci ha risposto che non è possibile non ci sia il tumore sul fegato con i valori così alterati (premetto che l'alfafetoproteina risulta a 44) ed ha rispedito le radiografie della TAC in radiologia per essere controllate megio. Cose pensate in merito? Grazie anticipatamente.
Risposta del medico
Dr. Fegato.com
Dr. Fegato.com
Dalla relazione ecografica sembra si possa ipotizzare la presenza di una cirrosi epatica, di un tumore benigno (angioma) e di una immagine sospetta per epatocarcinoma. Tuttavia quest’ultima non è stata confermata da un ulteriore approfondimento diagnostico effettuato con uno strumento, la TC, che è certamente più preciso dell’ecografia nel verificare la presenza di un epatocarcinoma. Il valore di AFP pari a 44 non permette di indirizzare certamente verso la diagnosi di tunore maligno, in quanto è un test poco affidabile con molti falsi positivi, soprattutto nei pazienti affetti da cirrosi epatica. E’ consigliabile rivalutare tutta la documentazione con molta attenzione ed, in caso di dubbio, instaurare un programma di stretta osservazione clinica con ecografia ripetute ogni 2 mesi ed eventualmente, se si conferma il sospetto, effettuare una RM.
Risposto il: 12 Giugno 2006
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali