Sono un uomo di 59 anni, in seguito ad accertamenti cardiologici ho avuto questi risultati: ecocolordoppler, spessore intima-media 0.80 mm., placca fibrocalcifica determinante stenosi del 30% a livello della biforcazione carotidea sinistra. Nella norma il flusso nelle arterie vertebrali. I risultati dell’ecocardiogramma sono i seguenti: Aota:... Leggi di più tricuspide; cuspidi calcifichi; aortosclerosi. Mitrale: lenbi ispessiti; conservata apertura. Atri sinistro: modicamente dilatato(diametro antero-posteriore:39 mm.) Ventricolo sinistro: di normali dimensioni(DTD:48mm); con spessori parietali ai limiti della norma(SIV:11.5mm); normale contrattilità globale e distrettuale. FE:60%. Cuore destro:atrio e ventricolo nei limiti. Pericardio: Assenza di versamento. Doppler:Insufficienza mitralica lieve; insufficienza tricuspidalica lieve; aumentata velocità di flusso a carico dell’aorta(grad. Max. 17 mmHg); rapporto E/A normale per età. Conclusioni: Ventricolo sinistro con spessori parietali ai limiti alti della norma, normocontrattile. Aortosclerosi. Alla luce di questi risultati vorrei sapere se siete d’accordo sulle conclusioni dello specialista che mi ha visitato e se Vi risulta che le stenosi carotidee possono essere causate da uno stato abbastanza lungo di ansia e preoccupazione cosi’ come ho sentito in una trasmissione radiofonica. In più vorrei sapere se con questa patologia che è emersa posso continuare a praticare i miei hobby, che sono il calcetto, lavori in campagna ecc. Grazie