Mia moglie, 33 anni, dopo 2 anni di sofferenza a settembre 2009 scopre di avere un'endometriosi pelvica (due cisti ovariche ed un nodulo). A ottobre 2009 il nostro matrimonio entra in crisi perchè lei sostiene di avere un blocco emotivo e sessuale nei miei confronti, una sorta di rifiuto. E' molto confusa e volubile e tende ad esasperare ogni mio... Leggi di più minimo errore o difetto caratteriale. Ora, ad intervento chirurgico effettuato questa settimana, lei continua ad avere un approccio duro con me nonostante io porti pazienza, e viviamo da separati in casa. Credeva di aver risolto tutto con l'operazione invece parte del nodulo non è stato possibile asportarla così come resta la predisposizione alle cisti, per cui deve seguire per tre mesi una terapia ormonale che la porta in stato di menopausa, per poi proseguire con una specifica pillola fino ad una eventuale gravidanza (che non vuole anche se sarebbe risolutiva). Questo suo blocco emotivo nei miei confronti ed il suo perdurare sono legati o dipendenti dal suo stato si salute per motivi forse ormonali? Che comportamento devo adottare nei suoi confronti? Come posso aiutarla a sbloccarsi? Cosa deve fare per sbloccarsi e riacquistare fiducia in me? Sono disperato perchè non riuscirei a vivere senza di lei. Sono disposto a fare qualsiasi sacrificio pur di recuperare il nostro matrimonio. Grazie per l'aiuto.