18-06-2012

agenti neurotossici e malattie neurodegenerative

Gent.Dottori, vorrei sottoporre il caso clinico di mio padre in relazione alla sua attivita'professionale svolta.Il Sig. Francesco, nato a Bari e deceduto in data 11.03.2011 presso l’ospedale di Cantu’(CO),con certificato di morte attestante quale causa della stessa ( Morbo di Parkinson e grave squilibrio idroelettrolitico), ha svolto la sua attivita’ lavorativa presso la XXXXXX S.P.A. nelle sue diverse declinazioni e denominazioni sociali dal 1965 al 1990, con la mansione di addetto al reparto tintoria seguendo negli anni la tintura di tutte le fibre:( sintetiche-artif-naturali), sotto forma di filato (tops) di tessuto (tintura pezze), e negli ultimi 15 anni la continua di mt.16 chiamata (lisciatrice),ove il filato, principalmente di lana pretrattato con k2cr2o7, veniva ulteriormente lavorato al fine di garantire la stabilita’ cromatica e tattile al prodotto finito. Inoltre si occupava anche della macchina di stampa denominata (topset).Patologie pregresse:Anno1991 a seguire : Discromia epiteliale molto diffusa arti superiori ed Edemi molto diffusi ad arti sup/inf.Anno 1998 : Catarratta bilaterale che gradualmente l’ha condotto alla ipovisione totaleAnno 2001: Turp Prostatica a seguito di ripetute dolenzie alla minzione ed emissione ematica, a seguito di indagine uro-andrologica come riportato dal referto istologico del 29/01/2002 che evidenzia (iperplasia fibroadeniomatosa con aree di flogosi cronica aspecifica).Anno 2003: Asportazione polipo al colon discendente.(Adenoma tubulare con Displasia a basso grado).Anno 03/2004: Ischemia cerebrale sx con esiti di sindrome facio-bracale da”Minor Stroke” ischemico emisfero dx con esiti di emisindrome piramidale sx,in encefalopatia multi-infartuale cronica.Anno 10/2005: Morbo di Parkinson (a seguito di continui peggioramenti fisici) viene riscontrata oltre ai pregressi postumi da ischemia cerebrale all’emisoma sx,anche segni extrapiramidali bilaterali con prevalenza a sx.Anno 11/2005: Ottenuta invalidita’ 100% con indennita’ accompagnamento perche’ non piu’ in grado di compiere gli atti quotidiani della vita in autonomia.Anno 12/2005: A seguito di visita specialistica ed esami biologici viene ventilata la possibilita’ di una reazione autoimmune a possibili reagenti tossici.Anno 03/2008 : Restringimento del tratto prostatico con adozione C.V. a permanenza.Anno 09/2008 : intervento per Adenoma tubulare con displasia di grado (medio-lieve) all’addome.Dal 2003 sino alla morte, le sue condizioni generali sono andate lentamente peggiorando: violenta fuoriuscita ematica al solo contatto con la cute, perdita della capacita’ visiva, formazione di vescicole a livello della cute facciale ed naso piu’ specificatamente, perdita della memoria, difficolta’ respiratorie.Durante la sua attivita’ lavorativa è venuto a contatto con diverse tipologie di coloranti tessili:Azoici, Antrachinonici, Xantenici, Trifenilmatano, Indigoidi, Stilbenici, Pigmenti, molti dei quali contenenti ammine aromatiche o loro precursori e solventi organici in uso all’azienda in essere oppure presenti nella preparazione dei coloranti stessi come (MPTP).Questi gruppi di coloranti comunemente vengono tintorialmente classificati con le caratteristiche specifiche tintoriali d’esercizio. I piu’ in uso erano:Diretti, Reattivi, Dispersi, Basici, Acidi, al Cromo/Mordente (largamente utilizzato nel processo laniero in uso alla Marlane), Premetallizzati a mordente (nikel), al Tino. Ftalocianine, Naftoli, Zolfo, non ultimi Pigmenti per la Stampa tessile. Erano in uso presso detta azienda oltre 180 coloranti diversi divisi tra le tipologie gia’ elencate.Oltre ai suddetti coloranti erano presenti, quali riferimenti a puro titolo esemplificativo:Prodotti ossidanti (NaCLO-NaClo2-H2O2-Na2Cr2O7-NaNO2)Prodotti riducenti (Na2S2O4-NaHSO3-formaldeide e solfossilati di Na-Ca-Zn)Acidi (H2SO4-Ch3COOH-HNO3-H2S-HCOOH-HFL-HCN…..)Basi (NaOH-NH4-NH4OH)Sali in tintoria (Nacl-Na2SO4-K2Cr2O7-Na2CO3-NaHCO3-CH3COONa-CH3COONH4-NaHSO4-KMnO3-KHSO4-(NH4)2SO4 …) + Sali derivati.Tensioattivi per la preparazione,tintura,finissag.(imbibenti-disperdenti-detergenti-ugualizzanti) di diverso tipo:Anionici, Cationici,Non ionici,Anfoteri.Da rilievi tecnici del suolo ed sottosuolo, per le aree indagate disposte dalla Procura della Repubblica di Paola, aziendale sono stati riscontrati elevati livelli di (Cr6,Cr3,Pb,Ni,Me,Cd,Zn, ….)ed e’ stato riscontrato un campione di sottosuolo con presenza di colorante nella misura circa del 65% della matrice esaminata.Sara’ plausibile pensare che l’uso indiscriminato di coloranti contenenti ammine aromatiche e loro precursori, metalli pesanti presenti nei coloranti per la tintura della lana/mordente ed i sali idonei alla loro completa reazione, solventi organici primo fra tutti (1metil-4fenil-1,2,3,6-tetraidropiridina) piu’ noto con il nome di (MPTP), la ben nota (trielina) chimicamente definita come (tricloetlene) e relativi composti derivati da alogeni o idrocarburi nitrici o alifatici tipo (percloetilene), possano aver agito a livello neurologico ingenerando problemi di natura neurologica agenti sul sistema nervoso centrale/ periferico (Morbo Parkinson, ischemia cerebrale,neuropatie)???In attesa di una vs.cortese risposta, invio Cordiali Saluti Nicola
Risposta di:
Dr. Alfio Origlio
Specialista in Medicina del lavoro
Risposta

Gentile Nicola,

è indubbio che alcune sostanze/composti da lei citati abbiano ruolo neurotossico (solventi, metalli, etc.), con effetti acuti, subacuti  e cronici ad interessamento neurologico centrale e periferico, tuttavia esiste il problema oggettivo del nesso causale con le malattie neurodegenerative come la M. di Parkinson, in quanto le evidenze scientifiche non sono certe e definitive.

Cordiali Saluti

TAG: Medicina del lavoro | Salute sul lavoro
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!