Buongiorno, sono un ragazzo omosessuale di 20 anni. Da pochi anni ho iniziato ad avere i primi rapporti anali (senza nessun tipo di problema). In seguito a una terapia antibiotica, tuttavia, ho cominciato ad avvertire dei dolori nell'area anale. Inizialmente, in seguito a visita proctologica con anoscopia, mi sono state diagnosticate delle... Leggi di più emorroidi interne di primo grado, ma la terapia non ha portato alcun tipo di beneficio. Mesi dopo ho ripetuto la stessa visita da uno specialista diverso: la sua diagnosi è un ipertono dello sfintere interno causato da una ragade della commessura posteriore, con una congestione della mucosa emorroidaria e proctite di primo grado. Il proctologo ha indicato come terapia ideale la sfinterotomia dello sfintere anale interno. L'intervento non mi spaventa, ma il motivo per cui vi scrivo è il seguente: quanto può incidere sulla mia vita quotidiana (specialmente quella sessuale) questo intervento? Mi sarà possibile tornare a una vita normale anche da quel punto di vista? Dovrei parlare delle mie abitudini sessuali anche con il proctologo per avere maggiori informazioni (in mancanza di "coraggio" ho omesso questo dettaglio)?In attesa di una vostra risposta, vi auguro un buon lavoro.Cordiali saluti