Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

06-12-2012

Al termine di un rapporto protetto con

Al termine di un rapporto protetto con profilattico, uscendo tenendo il bordo del medesimo che stava all'esterno, mi sono accorto che questo si era parzialmente sfilato (forse sfuggendo alla presa delle dita?) scoprendo il pene circa sino al solco del glande ma lasciando questo coperto; il serbatoio conteneva del liquido - secrezioni preiaculatorie ? dato che sono affetto da eiaculazione retrograda a seguito di TURP prostatica -. ; il segno della eiaculazione retrograda si è manifestato poichè urinando dopo il rapporto, sull'urina si è formato uno strato di schiuma. Tenendo conto dellla eiaculazione retrograda e del fatto che il glande è restato coperto sussiste rischio di fecondazione? Pensando alla modalità meccaniche dello sfilamento parziale del profilattico , mi sembra plausibile che ciò sia avvenuto in fase di estrazione del pene dalla vagina nel senso che mentre ne tenevo il bordo, indietreggiando il pene con il corpo e non sincronizzando il movimento indietro con quello della mano che teneva il bordo, il pene sia scivolato all'indietro rispetto al profilattico tenuto fermo con la mano, Se si fosse sfilato prima, con i movimenti copulatori, penso si sarebbe sfilato completamente, entrando tutto dentro e sarebbe restato in vagina, invece il bordo è rimasto all'esterno tant'è che l'ho potuto prendere con le dita intorno all'asta fuori dalla vagina per estrarre il profilattico .Tutto ciò premesso attendo un cortese sollecito riscontro, poichè vivo con ansia questa attesa, grazie
Risposta

GENTILE SIGNORE,

HO PRESO VISIONE DELLA SUA E-MAIL E CAPISCO LA SITUAZIONE, MA LE CONSIGLIO DI PARLARNE CON IL GINECOLOGO DI SUA MOGLIE.

CORDIALI SALUTI.

DOTT.FAMIANO MENESCHINCHERI

www.prostatite2002.it

TAG: Andrologia | Organi Sessuali | Salute maschile | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!