29-08-2016

Anemia, cosa fare?

Dott. Mi scusi volevo avere un suo parere se possibile. Circa un mese fa (il 14/7 per la precisione) ho effettuato un prelievo del sangue per controllare l'anemia visto che mesi fa ne ho sofferto probabilmente a causa di perdite di sangue causate da emorroidi che sto curando con arvenum con risultati apprezzabili.
In tale occasione i risultati erano questi: emoglobina 12.4 ( rif.13.2 -17.3) Ematocrito 37.0 ( 39-50) Globuli rossi 4.14 ( 4.20-5.90) Ferro 86 ( 60-160) Mcv 89 ( 80-98). 
Su consiglio del medico ho consumato piu carne rossa. Ho inoltre integrato la dieta con vit b12 e acido folico. Preciso che in questo lasso di tempo non ho più avuto perdite di sangue causate da emorroidi. Ho ripetuto le analisi in data 5/8 e la situazione non pare affatto migliorata: emoglobina 12.3 ( 14-18) Ematocrito 36 (40-50) Globuli rossi 3.94 ( 4.50-5.50) Mcv 91.4 (80-100) Mch 31.2 ( 28-34) Sideremia 114 ( 49-181) Transferrina 281 (200-400) Ferritina 132.26 ( 17- 434) Mi pare che il ferro sia a posto. Sto iniziando a preoccuparmi. Secondo lei a cosa puo essere dovuta questa anemia? Devo preoccuparmi? Cosa posso fare? la ringrazio anticipatamente per il tempo prestatomi.
Risposta
Salve...uomo o donna? Età? Al momento le dico, non sono assolutamente valori allarmanti. Non credo ci siano problemi particolari. Consiglio di assumere comunque un po' di ferro per os, potrebbe prendere ferrograd cpr una al giorno in prossimità del pasto principale per almeno un mese o più.
Faccia però esami della Vit B12 che non ha fatto e non sappiamo quanto sia. Nel caso fosse bassa, come presumo,l a integri assumendola in terapia possibilmente per via inisettiva: Dobetin 5000 fiale i.m. una fiala alla settimana per cinque settimane. Nell'eventualità ci sia ancora un valore di emoglobina non ottimale, faccia per scrupolo ricerca sangue occulto nelle feci su tre campioni. Saluti
TAG: Biochimica clinica | Ematologia | Esami | Medicina generale | Patologia clinica