Salve! Espongo subito il problema! A mia moglie è stata diagnosticata una piccola ciste ovarica che a parere della ginecologa andava operata tramite un piccolo intervento da effettuarsi presso una struttura sanitaria appropriata! Su suo consiglio ci rechiamo presso la struttura sanitaria e dopo aver effettuato i prescritti esami diagnostici (esame... Leggi di più del Sangue, Elettrocardiogramma e rx al torace) viene ricoverata. Premesso che per essere sottoposta all'intervento era indispensabile, a parere degli anestesisti, che venisse operata in anestesia totale e dal momento che mia moglie soffre di una grave intolleranza ai farmaci abbiamo richiesto che le venissero effettuati dei test per accertare che non avesse alcun problema con l'anestetico. Gli anestesisti dopo aver affermato che non esiste alcun modo per accertare gli eventuali effetti nocivi dell’anestetico da usare e che loro non usavano la “carbocaina” (probabilmente perché non adatto) unico Anestetico usato finora da mia moglie (con il quale non aveva avuto alcun problemi in passato nell’usarlo) mi sono rifiutato a far sottoporre mia moglie ad un intervento “alla cieca” e l’ho fatta dimettere immediatamente lasciando la struttura sanitaria. DOMANDE: Vi sembra eccessiva la mia prudenza? E’ mai possibile che non esiste alcun test per gli anestetici da usare in questi casi? E’ mai possibile che debba far sottoporre mia moglie ad un intervento del genere (definito di routine) andando incontro a dei rischi derivanti dall’uso di un anestetico che mia moglie non tollererebbe? Mi sapreste dare un consiglio in merito? Siete a conoscenza di strutture sanitarie appropriate che fanno al caso di mia moglie e che siano, possibilmente, più vicine al nostro domicilio (SICILIA)?Grazie infinite per la risposta!