Salve, sono una ragazza di 30 anni, gravemente ipocondriaca con attacchi di ansia generalizzata e di panico da circa un 4 anni. Non ho mai deciso di fare una cura appropriata con uno specialista ma ho solo assunto ogni tanto dei tranquillanti per contrastare la fase acuta. Purtroppo da ottobre dell’anno scorso sono stata nuovamente male e a marzo ho iniziato una cura e ad essere seguita dallo specialista perche’ a seguito di problemi personali che ho avuto e della situazione del Covid la mia ansia i miei attacchi di panico sono aumentati notevolmente. I miei attacchi di ansia consistono nell avere una varia sintomatologia che va a volte dalla tachicardia alla dispnea, altre volte nausea dissenteria, acufeni. Ho effettuato tutte le visite specialistiche esistenti anche perche’ la mia ansia si placa solo nel momento in cui faccio i controlli necessari tra cui cardiologo, pneumologo, ho fatto anche una spirometria, non ho alcuna malattia d’organo. Da marzo seguo una psichiatra la quale mi ha consigliato terpia con Sertralina piu’ Diazepam e Lorazepam al bisogno. Dopo il primo mese in cui piu’ o meno avevo degli effetti positivi, anche se alcuni giorni mi sembrava come se non assumessi nulla, nel senso che non vedevo nessuna differenza mi ritrovo adesso a due mesi con sertralina 75mg piu diazepam tre volte al giorno , ma sembra che stia peggio di prima. Ho dei ronzii strani nelle orecchie, non invalidanti e non sempre ma quando sono in silenzio o cerco di rilassarmi con la tv, in piu’ dissenteria e nausea la quale si sta placando solo con l’assunzione di levosulpiride ai pasti sempre sotto suo consiglio. Adesso lei mi consigliava di sostituire la sertralina con Venlafaxina prima 37.5 poi 75mg. Perche’ secondo lei puo’ essere una molecola piu’ appropriata ed efficace per i miei disturbi. Io sono preoccupata sugli effetti dell Venlafaxina a lungo andare sul ritmo cardiaco so che puo’ provocare allungamento del QT cardiaco, inoltre sono molto preoccupata per questi ronzii e ho tanta paura di avere un tumore al cervello o di essere schizofrenica. La specialista continua a sostenere che sia tutta ansia e che non debba fare alcun tipo di controllo specialistico ora ma solo cambiare molecola. Qualcuno saprebbe darmi un parere? Grazie mille...