Buongiorno, sono un ragazzo di 19 anni.Ho cominciato a lavorare a 17 anni dopo aver lasciato gli studi presso un negozio di telefonia che mio cugino ha aperto.Sarò breve un bel giorno questa persona dopo l orario di chiusura mi ha messo davanti un piatto con una riga di cocaina che ho rifiutato più volte fino a quando non ci sono cascato da allora... Leggi di più ne ho fatto uso da maggio 2018 fino a dicembre 2018 con una cadenza di una volta a settimana o due con una dose di 2 o 3 "righe" accompagnato da alcool.Già a fine agosto mi sono reso conto che mio cugino stava esagerando e usava droghe molto più pesanti,comunque stava andando via di testa anca per come gestiva il negozio cosi a dicembre dopo minacce fisiche insulti denunce e sindacati mi sono licenziato e da li ho cominciato a soffrire di ansia anche perché nell ultimo periodo lo stress lavorativo era alle stelle e gestivo tutto io il negozio e il caos era l'ordine del giorno.A capodanno con degli amici ho fatto un mix di alcool cocaina e cannabis per sfogarmi e mi sono trovato davanti lo specchio bianco come il muro con il cuore a mille spasmi tremoni a tal punto che pensavo fosse la fine.Ho confessato tutto ai genitori e sono finito in pronto soccorso 3 giorni dopo in codice giallo elettrocardiogramma analisi ecc... tutto ok.Però nelle settimane seguenti di notte mi svegliavo sudato, tacchicardia spasmi stessi sintomi di capodanno.Alla fine ho fatto 3 elettrocardiogrammi 3 analisi del sangue 1 analisi delle urine sono stato al serd e mi è stato detto che ho sbagliato luogo che non sono un tossico sono stato dal mio medico di base cardiologo addirittura da un primario psichiatra e tutti mi dicono di stare calmo che tutto ciò è dovuto all ansia.Adesso sto seguendo una terapia a base di domar e citalopram però la cosa che non mi da pace è il fatto che questo stile di vità che ho fatto mi possa portare a una morte improvvisa a un infarto ecc.. o che comunque mi abbia provocato danni a organi vitali e al minimo dolore al braccio sinistro o al petto mi allarmo e l istinto e quello di andare al prontosoccorso.La mia domanda è : tutto ciò può compromettere la mia salute presente e futura anche non facendone più uso ? ( Non ne faccio uso da più di 2 mesi e mai lo rifarò).grazie in anticipo