Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-09-2018

Antibiotico prima di ICSI

Buonasera gentili dottori, Da più di 2 anni io e mia moglie proviamo ad avere figli senza riuscirci. Ho 45 anni, moderata oligospermia, e adesso nella spermiocultura è stato trovato STREPTOCOCCUS AGALACTIAE. il medico andrologo ha detto nulla di preoccupante e mi ha prescritto levoxacin per una settimana. Siccome io e mia moglie vorremmo tentare una ICSI , pensa che l uso del farmaco sudetto possa interferire con la.qualità quantità e prestazioni dello sperma? Pensa che, dopo l utilizzo dell antibiotico, sia necessario attendere una nuova produzione di sperma cioè dopo circa 2 mesi e mezzo o che questo non interferisce e quindi possiamo fare la ICSI normalmente? Grazie infinite.

Risposta di:
Dr. Giovanni BerettaDottore Premium
Specialista in Andrologia e Patologia della riproduzione umana
Risposta

Gentile lettore, segua le indicazioni ricevute; debellare una infiammazione delle vie seminali è generalmente il primo passo per pensare di ottenere un successo utilizzando una tecnica di riproduzione assistita. La tempistica da rispettare dopo un’antibioticoterapia può variare molto da centro a centro; quella da lei indicata è la più seguita e precisa; risenta ora in diretta sempre il suo andrologo di riferimento e si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento. Un cordiale saluto.

TAG: Adulti | Andrologia | Batteri | Concepimento | Farmacologia | Fertilità | Ghiandole e ormoni | Microbiologia e virologia | Organi Sessuali | Salute maschile | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!