Buongiorno vi scrivo per avere spiegazioni riguardo la salute di mio marito che mi preoccupa moltissimo. Le spiego brevemente la situazione facendo dei lavori in casa di cartongesso per passione inizia ad avere delle crisi respiratorie da gennaio dello scorso anno. Si reca dal suo curante e senza neanche visitarlo gli prescrive rx torace che non... Leggi di più facciamo sapendo quanto facciano male le radiazioni (forse inutili) e decidiamo di nostra iniziativa di fare i prelievi con risultati: IgE 330 ed eosinofili a 24 quindi soggetto allergico. Prende solo il ventolin ma inizia a non alleviare più i suoi fastidi. Visto l'aggravarsi delle crisi respiratorie contattiamo l'allergologo il quale dopo aver effettuato il prick test stabilisce che e' un soggetto allergico agli acari della polvere affetto da asma bronchiale e gli prescrive: foster, rinelon, kestine e singulair. Previa sospensione dei farmaci tre gg prima deve fare la spirometria la quale non e' stata fatta perché ha crisi di tipo respiratorio piuttosto severe. Adesso la cosa che a me preoccupa è la seguente: i sintomi non dovevano migliorare? Perché inizia a non fargli più effetto il foster? Che possiamo fare? Debbo preoccuparmi? Perché non riesce a sospendere i farmaci? Starà meglio un giorno? È veramente allergia o qualche altra grave patologia? Cosa posso fare? Inoltre ha avuto l'influenza e raffreddore in 15gg circa x ben 2 volte e' normale?La ringrazio per la cortese attenzione nella speranza di una risposta che giunga presto porgo cordiali saluti!