Martedì 7 maggio sarà la Giornata Mondiale dell’Asma (World Asthma Day), per fare il focus su un disturbo diffusissimo. Soltanto in Italia soffrono di asma 3 milioni di persone, mentre in tutto il mondo gli asmatici sono 100/150 milioni (dati Oms). “Never too early, never to late” è lo slogan scelto dal Global Initiative for Asthma (Gina), l’organizzazione internazionale che riunisce le associazioni impegnate a sensibilizzare i cittadini, migliorare l’assistenza ai malati e offrire supporto a familiari, amici e operatori sanitari su una patologia diffusa ovunque e in costante aumento.

“Mai troppo presto, mai troppo tardi” dunque, per occuparsi di asma e magari, in occasione della prossima Giornata mondiale, partecipare a una delle tante iniziative diffuse su tutta la penisola per conoscere meglio questa condizione e imparare a gestirla.

Giornata Mondiale dell’Asma 2019: circa 150 milioni di malati, numeri in aumento

L’asma è una malattia infiammatoria che colpisce l’apparato respiratorio (i bronchi) e che si manifesta con dispnea (difficoltà a respirare) spesso associata a respiro sibilante e tosse e, nelle forme allergiche, a rinite e congiuntivite. I sintomi sono dovuti a un restringimento temporaneo delle vie aeree, associato a un eccesso di produzione di muco, che può essere vischioso, che contribuisce alla ostruzione delle vie bronchiali.

L’asma è una malattia in forte e rapido aumento. Secondo l’Oms, la crescita dei casi di asma è del 50% ogni decennio, e sembra quasi sicuramente essere correlata ai fenomeni di urbanizzazione – spiega l’Istituto superiore di sanità – soprattutto quando questo significa un aumento di densità di persone nelle periferie degradate. C’è quindi una crescente tendenza a vivere gran parte del tempo in ambienti chiusi con poca circolazione di aria, più esposti alla polvere e agli acari e inseriti in situazioni urbane dall’elevato tasso di inquinamento.

Giornata Mondiale dell’Asma: gli eventi italiani

Ecco cosa succede in Italia in occasione della Giornata Mondiale dell’Asma. A Firenze, il 7 maggio, al club sportivo di via del Fosso Macinate, 13, sarà possibile (tra le 17 e le 19,30) ricevere informazioni e fare la spirometria gratuitamente. Dalla 20, largo allo sport con allenamenti di corsa e camminata seguita da pacer maker esperti.
Per informazioni: segreteria@progettolibra.it / 340 6713445.

A Roma, dalle 8.30 alle 18.30 davanti l’entrata principale del Policlinico Gemelli ci saranno i volontari della Associazione Alama per dare informazioni ai pazienti.

Le iniziative iniziano però già il 4 maggio, a Palermo, con “Fumo, asma, movimento”, l’incontro promosso da Federasma e Allergie Onlus, dalle 9,30 alle 13,30, al Giardino Vincenzo Florio, Case Rocca, in viale del Fante, 29. La mattinata ha lo scopo di aiutare a prevenire le malattie respiratorie, il tabagismo e l’obesità, promuovere uno stile di vita sano e i benefici dell’attività fisica, diffondere la pratica dello sport nei bambini e negli adolescenti. Nel corso della manifestazione sarà possibile, tra le altre cose, effettuare la misurazione del respiro, sottoporsi alla valutazione dello stato nutrizionale e dei fattori di rischio dell’obesità infantile, ricevere consigli e informazioni da atleti, esperti e medici.

Il 5 maggio partecipazione a Bimbimbici a Gioia del Colle (Bari) con la presenza dei volontari della sezione Puglia con divulgazione materiale informativo e colloqui con i piccoli pazienti e i loro familiari.

Dal 3 al 7 giugno 2019, infine, presso uno dei centri che hanno aderito all’iniziativa Asma Zero (l’evento nazionale di consulenze specialistiche gratuite per pazienti asmatici) sarà possibile effettuare una valutazione di controllo dell’asma e ricevere il parere di uno specialista. Sul sito è possibile consultare l’elenco dei centri aderenti. Mentre sul sito di Federasma e Allergie Onlus c’è il calendario degli eventi 2019.