07-02-2013

Asportazione chirurgica radicale

Buongiornoho asportato un nevo sulla fronte per motivi estetici. il dottore mi ha rassicurato dicendomi che trattandosi di un neo non pigmentato, non era pericoloso, ma ha comunque prelevato un pezzo per fare un esame istologico. Inoltre la segretaria mi ha informato che, nel caso vi fosse qualcosa che non andava, il dottore mi avrebbe chiamato per darmi il referto personalmente.mi è stato spedito il referto a casa, ed è il seguente: macro: due frammenti del diametro massimo di cm 0,4micro: infiltrazione di carcinoma basocellulare.Sono parecchio preoccupata, potete dirmi di cosa si tratta?
Risposta di:
Dr. Giulio Sonego
Specialista in Dermatologia e venereologia
Risposta
Gentile paziente, ritengo corretto che sia il medico che ha asportato la lesione a darle una spiegazione esauriente della patologia. La mia sarà quindi una risposta " in generale ". Il carcinoma basocellulare o basalioma è un tumore benigno della pelle; dove per benigno si intende che non da rischio di vita o di morte e che, salvo casi eccezionali, non da mai metastasi ad altri organi. Detto questo va sottolineato che è un tumore che localmente è invasivo e può essere aggressivo, cioè che se non asportato tenderà ad invadere i tessuti vicini, in superficie ed in profondità. Pur nella sua benignità è quindi un tumore che va sempre asportato. Totalmente. Tornando quindi al suo caso, sei limiti che questo mezzo ( internet ) ci impone, direi che se l'asportazione ? stata radicale, completa ( dovrebbe essere indicato nell'esame istologico ), non ci sono problemi ed il caso è chiuso. Se fosse stato asportato solo un frammento per l'esame istologico, si dovrà procedere al completamento chirurgico. Spero di essere stato chiaro e di averla tranquillizzata. Un cordiale saluto. Dr. Giulio Sonego
TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!