09-08-2017

Assenza di ciclo post partum

Nel giugno del 2016 ho partorito il mio primo figlio, che ho allattato fino a dicembre dello stesso anno. Ad oggi il ciclo post partum ancora mi deve arrivare, il 13 luglio io e mio marito abbiamo avuto un rapporto a rischio e da qualche giorno ho una leggera nausea, crampetti al basso ventre e qualche dolore nella zona renale. Tutti "sintomi" che avevo con la mia prima gravidanza. Mentre di sintomi più "concreti" ho maggiormi perfite bianche e secrezioni bianco/trasparenti dal seno. Ora non so come comportarmi con il test, non avendo avuto nessun ciclo quando è meglio farlo? Potrebbero essere sintomi di una nuova gravidanza?

Risposta

Gentile signora, è consigliabile effettuare un test di gravidanza, possibilmente sul sangue, almeno quindici giorni dopo il rapporto a rischio. Potrà così ottenere una risposta sufficientemente attendibile. Le secrezioni bianco/trasparenti dai capezzoli potrebbero essere indicative di una prolattina ancora alta e quindi causa della mancanza di un normale ciclo mestruale.
Dato il perdurare dell'amenorrea penso sia ormai importante effettuare una visita presso un suo medico di fiducia per valutare dal vivo la sua situazione ed effettuare, se lo riterrà necessario, gli accertamenti laboratoristici più indicati per porre una più precisa diagnosi. Cordiali saluti Piergiorgio Biondani.

TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!