22-06-2018

Astenia muscolare e sintomi influenzali

Cari dottori, chiedo un consulto per quanto riguarda una sintomatologia che mi affligge da diversi anni, ma che ultimamente è diventata quasi invalidante. Soffro di una forte astenia muscolare, se qualche anno fa riuscivo a praticare una intensa attività sportiva (anche agonistica), ora mi risulta difficile anche una semplice corsa di mezz'ora; ho continuamente un senso di stanchezza molto forte e da qualche anno mi sono comparse delle occhiaie molto marcate che prima non avevo. In generale mi ammalo molto più frequentemente durante l'anno, i segni più evidenti sono rinite, mal di gola, diarrea (molto frequente), cefalea. Spesso, pur credendo di avere la febbre, il termometro misura sempre una temperatura compresa tra i 35 e i 35.5 gradi. Tutto questo complesso di sintomi è apparso molto lentamente per diventare fino ad oggi un problema effettivamente invalidante. Ho effettuato le analisi del sangue di routine (compreso tiroide e hiv), analisi delle urine, e una visita neurologica con conseguente RM senza contrasto. Tutte le analisi hanno dato esito negativo. Pur conducendo una vita a mio avviso regolare (sto attento all'alimentazione, evito di addormentarmi tardi la notte, non fumo né bevo abitualmente), i sintomi e in particolar modo la stanchezza non scompaiono.

Grazie per l'attenzione, ringrazio anticipatamente per le risposte.

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

Pur occupandomi essenzialmente di patologie dell'apparato respiratorio, i Suoi disturbi mi hanno stimolato a valutare alcune possibilità. Purtroppo non dice se lavora e che cosa fa, se è esposto a sostanze a rischio per il sistema nervoso, ecc. Lei vive in una cittadina collinare, lontano da grandi città, tuttavia nel suo territorio saranno certamente presenti industrie. Inoltre purtroppo la Campania è stata martoriata dalle discariche clandestine che possono aver inquinato le falde acquifere. Infine si potrebbe pensare o ad una infezione cronica o ad una sua carenza nelle difese. Pertanto, eseguirei esami per escludere eventuali avvelenamenti cronici (piombo, arsenico, tallio, cadmio, alluminio, mercurio, 1,1,Tricloroetano, ecc), eseguirei la ricerca di parassiti nelle feci (almeno quattro campioni successivi), oltre ad una coprocultura ed eventualmente una colonscopia per escludere morbo di Chron. Per indagare eventuali deficit immunologici, eseguirei il dosaggio immunoelettroforetico delle proteine plasmatiche e delle Immunoglobuline (IgG, IgA, IgM) e uno studio delle sottopopolazioni linfocitarie. Infine esiste una rara patologia che si chiama sindrome da stanchezza cronica, di cui poco si sa, ma che è molto invalidante e studiata in pochi Centri in Italia.

 

Mi faccia sapere. Cordiali saluti.

TAG: Adulti | Esami | Medicina generale | Medicina interna | Microbiologia e virologia | Muscoli | Sistema Muscolo-Scheletrico | Virus
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!