Arginina: effetti, benefici e controindicazioni

arginina effetti benefici e controindicazioni
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor

Aiuta a migliorare la salute cardiovascolare e la funzione renale, a combattere le infiammazioni e l’emicrania, a ridurre il rischio di infarto e di dolori muscolari. Sono alcuni dei principali effetti benefici dell’arginina, un aminoacido essenziale da assumere nel momento della crescita del bambino che rientra tra le sostanze basilari per il nostro organismo che coniugate in differenti combinazioni, vanno a formare le proteine.

Per l’adulto l’arginina non rappresenta più un aminoacido essenziale da assumere: superati i primi anni di vita il corpo riesce a sintetizzarlo a partire da altre sostanze. Quindi, per garantirsi un buon apporto di arginina è possibile ricorrere ad alcuni alimenti. Tra gli alimenti più ricchi di arginina ci sono mandorle, noci, nocciole, arachidi e legumi ma anche riso, carne e tuorlo d’uovo.

Benefici dell’arginina

Oltre ad essere di supporto nella sintesi di altri aminoacidi e sostanze utili alle cellule, l’arginina partecipa alla sintesi proteica e del glucosio, stimolando il sistema immunitario, forte del suo potere antiossidante. I giusti livelli di arginina sono di supporto alle difese dell’organismo nel contrastare i microrganismi patogeni, ma sono un’ottima tutela anche contro i tumori e per il benessere del cuore.

E ancora, l’arginina – di cui un’integrazione è molto usata in ambito clinico in caso di traumi e ustioni importanti – è molto apprezzata da chi svolge attività sportiva ad alti livelli: questo amminoacido, infatti, è detossinante ed aiuta a smaltire l’ammoniaca che si determina in seguito ad un forte sforzo muscolare con conseguente senso di stanchezza. È stato studiato anche il suo effetto positivo sulla fertilità maschile.

Che cosa provoca la mancanza di arginina

Modifiche radicali del proprio stile di vita oppure dell’alimentazione, ma anche stress psicofisico provocato da affaticamento eccessivo sono tra le condizioni più frequenti che possono indurre una vera e propria mancanza di arginina.
I sintomi di un apporto insufficiente non così evidenti e possono comprendere: condizione di spossatezza, alterazioni del sonno, difficoltà di concentrazione. In casi come questi si può ricorrere a un integratore di arginina; ciò nonostante, il suggerimento è di intervenire – prima di tutto – sull’alimentazione, optando per una serie di cibi (come quelli già citati).

Come e dove si acquista l’arginina? È disponibile in commercio al pari di un integratore alimentare; si può acquistare in parafarmacia o in farmacia senza alcun obbligo di prescrizione. Ad ogni modo, è bene chiedere il consiglio del farmacista prima di assumerla, perché l’arginina non è esente da controindicazioni.

Arginina, quali sono le controindicazioni

L’arginina presenta anche degli effetti collaterali che non bisogna sottovalutare: prima di tutto è controindicata nelle persone che soffrono di frequenti manifestazioni cutanee di Herpesvirus; allo stesso tempo, dosi elevate di arginina possono causare una serie di malesseri: reazioni allergiche, cefalea, ipotensione, diarrea, tossicità renale, nausea, crampi addominali, sintomi d’asma.

E ancora, l’arginina può causare variazioni nei livelli di glucosio e di sostanze chimiche all’interno del sangue. In particolare, non dovrebbe essere utilizzata dalle donne in gravidanza (o nel corso dell’allattamento) e nemmeno dai bambini senza l’approvazione medica.

Vuoi ricevere consigli personalizzati?

Paginemediche mette a disposizione consigli e strumenti personalizzati per aiutarti a scegliere cosa mangiare e cosa fare per avere uno stile di vita più salutare, migliorare le tue performance sportive e il tuo tono muscolare. Inoltre, registrandoti, avrai la possibilità di chiedere un consulto gratuito ai medici e nutrizionisti presenti sulla piattaforma. Per iniziare, calcola il tuo indice di massa corporea con lo strumento che trovi di seguito e scopri la tua Area Personale.

 

Per approfondire guarda anche: “Pressione sanguigna”

Leggi anche:
Contrattura, stiramento e strappo, sono lesioni del muscolo molto frequenti soprattutto in chi pratica sport.
01/06/2018
06/11/2017
TAG: Benessere psicofisico | Cuore | Farmacologia | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Medicina generale | Muscoli | Nutrizione | Reni e vie urinarie | Salute maschile | Scienza dell'alimentazione | Sistema Muscolo-Scheletrico | Sport e Fitness | STEP - Attivo | STEP - Molto attivo | STEP - Sportivo
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor