20-07-2018

Astinenza da nicotina

Buongiorno, vorrei chiedere informazioni riguardo alla mia astinenza da sigarette. Premetto che ho 22 anni e ho fumato per 7 anni, piu per nervi che per bisogno da dipendenza fisica. Ho smesso il 9 aprile di questo anno e poi dopo 2-3 mesi a giugno per andare a un esame sono stato preso dall'ansia e ho fumato e sono ricaduto. Ho ricominciato per 2-3 settimane a fumare abbastanza.. tra casa, studio e qualche passeggiate. Ora ho di nuovo smesso in piena estate. Il problema è che ad aprile quando avevo smesso sentivo i nervi e l'energia da andare fuori muovermi e tutto quanto.. ora mi sento come senza energie, senza nervi, svogliato e voglia di fumare proprio non ne ho. Sento molto i polmoni pesanti e apparte mangiare tanta frutta e tisane di timo non capisco come mai ho questa sensazione totalmente strana? Premetto che al momento sono al 4 giorno senza sigarette e di fumare non sento bisogno ma mi sento molto giu tanto da non aver voglia di fare molto. Uscendo di casa mi gira un po la testa come se non avessi energie. Che cosa potrebbe essere? Sono già di mio una persona ansiosa, e che le preoccupazioni a volte mi disturbano. Ma la scelta iniziale di smettere era stata appunto dettata dal non fare piu le cose in modo frettoloso e andare con calma.. ma ora che ho smesso e mi sento cosi mi sembra di essere in un limbo. ps: sottolineo che ciò che mi turba e spaventa tantissimo in questo momento è il non sentire quell'energia che avevo ad aprile dopo aver smesso.. questo mi fa aumenta le preoccupazioni piu di quanto non lo sia già.

Risposta di:
Dr. Emanuele De Vietro
Specialista in Psichiatria e Psicologia ad indirizzo medico
Risposta

Salve, la sindrome d'astinenza da nicotina comprende una serie di manifestazioni cliniche che possono insorgere in un soggetto fumatore in seguito alla riduzione o alla sospensione del consumo di tabacco o dell'uso di sigarette elettroniche, che contengono liquidi a base di nicotina. La nicotina è uno stimolante del sistema nervoso ed è per questo che il fumatore si sente pieno di energie e forza. La situazione che sta passando è tipica di quando si decide di smettere di fumare e occorre accettare di perdere i vantaggi che fumare poteva dare. Al fumare possiamo attribuire capacità e poteri che normalmente non ci sentiamo ma che spesso sono autosuggestioni. Ricordo che nel nostro cervello esistono una miriade di sostanze chimiche che se opportunamente stimolate sono più che sufficienti per farci raggiungere tutti gli scopi che vogliamo. Se vede che ricade con troppa facilità nel fumo si faccia aiutare da uno professionista cognitivo comportamentale. Saluti

TAG: Adulti | Disturbi dell'umore | Giovani | Medicina delle dipendenze | Psicologia | Psicosomatica | Salute mentale | Terapie | Tossicologia medica