20-06-2012

aterosclerosi carotidea: spia di invecchiamento delle arterie.

Assumo cardioaspirina a giorni alterni per presenza di ateromi nella carotide sinistra in forma lieve (15/20% con flusso regolare) , tant'è vero che un medico ospedaliero me l'ha prescritta ed un altro privato no ( da qui la mia decisione dell'alternanza). Ora mi è stato detto che l'effetto antiaggregante della cardioaspirina dura una settimana. Mi chiede quindi perché la si prescriva di solito quotidianamente. Posso prenderne una sola ogni sette giorni? Ho 58 anniRingrazio anticipatamente per un'eventuale cortese risposta
Risposta di:
Dr. Fernando De Luca
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Risposta

Lei ha una patologia aterosclerotica delle arterie carotidi che , per ora. non le provoca disturbi. Poiché si tratta di una patologia evolutiva,  e' necessario un ecocolordoppler di controllo periodico, una terapia quotidiana con aspirina a 100 mg al di' indispensabile per ridurre efficacemente l'aggregazione delle sue piastrine sulle placche evidenziate e la formazione di nuove. Ma non basta!. Non deve fumare, deve avere una pressione normale, un colesterolo ldl > 130 m%, i trigliceridi <150 mg%, glicemia <100 mg%, un peso corretto e seguire una attivita' fisica leggere e costante.

TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare