Cibi antiossidanti: quali scegliere?

cibi antiossidanti quali scegliere
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor

Sono tantissimi gli alimenti dall’azione antiossidante che possiamo proporre ogni giorno nel menù domestico, per combattere senza troppa fatica e con molto gusto i radicali liberi: le sostanze “di scarto” prodotte all’interno delle cellule e che sono tra i principali responsabili dell’invecchiamento precoce e di malattie cardiovascolari e degenerative.

Due carote da frullare, il succo di mezzo limone e quello di metà melograno, un kiwi spremuto, una manciata di mirtilli e la bevanda antiossidante perfetta è pronta. A volte basta un pizzico di fantasia e una nota di colore per prenderci cura della nostra salute a tavola. Una vita sana e un’alimentazione ricca di antiossidanti naturali fanno da barriera contro questi nemici nascosti del nostro benessere. Vediamo allora cosa mangiare e quali sono gli alimenti più preziosi – si possono riconoscere dai colori accesi - in tema di sostanze antiossidanti. 

Antiossidanti a tavola, uno scudo contro i radicali liberi

Tra i frutti più ricchi di antiossidanti c’è il kiwi, che ha un’alta presenza di polifenoli e di vitamina C, in particolare nella varietà Gold. Frutto tropicale, si è ormai adattato molto bene alle nostre latitudini, al punto che è meglio consumarlo quando è di stagione, cioè da novembre a giugno.

D’estate, preferiamo magari i pomodori, che offrono il meglio quando crescono sotto il sole e all’aria aperta piuttosto che in serra. Gli antiossidanti contenuti nei pomodori aiutano a contrastare la pressione alta. E se procediamo per colore, non possiamo tralasciare i frutti rossi e il melograno. I mirtilli e i frutti di bosco contengono i flavonoidi e aiutano a combattere, fra le altre, le malattie cardiovascolari: proteggono il cuore e le arterie ma hanno anche proprietà anticancro, antinfiammatorie e gastroprotettive. Consumati a fine estate, cioè freschi, hanno intatte tutte le loro proprietà, ma è facile trovarli tutto l’anno, di importazione, oppure in succo o congelati. Meglio preferire quelli selvatici: hanno un contenuto di sostanze antiossidanti maggiore di quelli coltivati.

Il melograno, frutto autunnale per eccellenza, è anch’esso ricco di flavonoidi e acido ellagico, grazie al quale ci aiuta a combattere i radicali liberi. Anche gli altri frutti rossi, comprese le fragole e le ciliegie, presentano spiccate proprietà antiossidanti. Le bacche, non sono da meno. Quelle di acai, per esempio, o di goji: queste ultime hanno un effetto benefico nel prevenire il rischio di tumori della pelle e sono utili a proteggere la vista.

Tra gli ortaggi, le carote si distinguono per la presenza di vitamina C e di beta-carotene che le fa conquistare un posto d’onore sul podio degli antiossidanti in cucina. Meglio consumarle crude. Ma non si può dire di no neppure all’avocado, carico di vitamine A ed E, importanti nel ritardare l’invecchiamento delle cellule. Frullato e con l’aggiunta di limone, l’avocado diventa un’ottima maschera tonificante per il viso.

Tra i frutti esotici, anche la papaya, presenta numerose proprietà anti-radicali liberi. Gli enzimi contenuti in questo frutto favoriscono la rigenerazione cellulare, eliminano le cellule morte e, soprattutto nei periodi di cambio di stagione, rinforzano il sistema immunitario. In estate, invece, la papaya è utile per contrastare il rischio di invecchiamento precoce della pelle messa a dura prova dall’esposizione ai raggi solari.

Antiossidanti naturali: non solo frutta e verdura

Se ci concentriamo sull’azione anticancro ma anche su quella anticolesterolo dobbiamo ricordare il tè verde, forse tra gli alimenti più conosciuti quando si parla di sostanze antiossidanti, di cui le sue foglie rappresentano un vero e proprio concentrato. Il tè verde contiene infatti flavonoidi, polifenoli e tannini. Un consumo regolare fa bene alle nostre ossa, alla pelle, ai capelli e rafforza il nostro sistema immunitario. Ultimo della lista dei cibi antiossidanti è il cacao, ricco di magnesio e fosforo ma anche di fenilanina e triptofano.

Se fondente e di ottima qualità, il cioccolato ci fa bene anche quando siamo giù di tono e, golosità a parte, grazie ai suoi antiossidanti (il triptofano ha un’azione simile alla serotonina) fa bene al nostro umore.

Per approfondire guarda anche: “Dieta e nutrizione: le verdure”

Leggi anche:
Il mirtillo rosso è un frutto ricco di antiossidanti e, grazie alle sue proprietà benefiche, svolge un ruolo importante nella protezione della vista.
16/04/2018
16/04/2018
TAG: Adulti | Anziani | Capelli e peli | Cuore | Disturbi gastrointestinali | Giovani | Infiammazioni | Invecchiamento | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Nutrizione | Ossa | Pelle | Prevenzione | Scienza dell'alimentazione | Vista | Benessere psicofisico
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor