07-11-2017

Avidità alta transfer blastocisti

salve gentile dottore, sono una donna di 31 anni,sono mesi che risulto positiva al citomegalovirus. Dalle ultime analisi effettuate il 21/10/2017, i risultati sono i seguenti : IgG SUPERIORE ad 8.0 ,riferimento da 1,1-8,0 POSITIVO; IgM 2,1 riferimento da 1,1-4,0 POSITIVO ; Avidità IgG 0,530 riferimento 0,250 Avidità alta. La mia domanda è la seguente: mi sono sottoposta ad una FIVET, nel momento in cui dalle analisi sono risultata positiva al CMV non ho potuto fare il transfer dei blastocisti. Ora a 9 mesi di distanza e avendo un avidità così alta sono ancora a rischio? perchè da quello che ho capito non è un infezione primaria ma bensì un riattivazione del virus avendolo io già preso in passato.. attendo risposta coordiali saluti e grazie mille.

Risposta di:
Dr. Pietro Di GregorioDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Malattie infettive
Risposta

il test di avidità delle IgG; un indice di avidità >60% indica un’infezione da citomegalovirus contratta almeno quattro mesi prima; se l’indice è <30% l’infezione primaria è più recente; valori intermedi non sono in grado di offrire una datazione certa dell’infezione.

TAG: Biochimica clinica | Esami | Infezioni | Malattie infettive | Patologia clinica