06/12/2016

In farmacia il test per l'autodiagnosi dell'HIV

in farmacia il test per l autodiagnosi dell hiv
GoSalute
Scritto da:
GoSalute

Dal primo dicembre scorso anche in Italia è possibile acquistare in farmacia, senza ricetta, il test per l’autodiagnosi dell’HIV.
Il test, che si può eseguire in casa e con una risposta in 15 minuti, costa 20 euro ed è consegnato ai maggiorenni dal farmacista - opportunamente formato su come rapportarsi al paziente - insieme al materiale informativo sulla malattia.

In caso di esito positivo, sarà necessario ripetere il test in una struttura specializzata non solo per confermare il risultato ma anche per cominciare immediatamente la terapia.

Come si esegue il test

Mediante una piccola puntura sul polpastrello viene prelevato il sangue che, nel giro di 15 minuti, viene analizzato dal misuratore presente nel kit. L’attendibilità del test è quasi del 100% e, come precisato dalla casa farmaceutica Mylan, che produce lo strumento, la diagnosi dovrà essere, poi, confermata dalle analisi di laboratorio. Inoltre, prima di sottoporsi al test, occorre rispettare l’intervallo di finestra, ovvero il lasso di tempo che intercorre tra il momento del presunto contagio e la produzione di anticorpi che segnalano la presenza del virus.

Leggi anche:
L'AIDS è la sindrome provocata dal virus HIV e comporta un drastico abbassamento delle difese immunitarie nell'individuo infettato.

La valutazione del Ministro Lorenzin

A proposito del test, il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in occasione della presentazione del Nuovo piano nazionale AIDS - ha sottolineato da un lato l’utilità dello strumento ma anche il rischio che il soggetto “possa ritrovarsi solo e disorientato davanti ad una diagnosi di malattia”.

“Sicuramente - ha aggiunto la Lorenzin - da una parte il testo è uno strumento diagnostico che si può utilizzare in privacy e in contesti difficili e può portare ad un aumento delle diagnosi precoci. Dall’altra, però, le nostre raccomandazioni dicono che il percorso diagnostico va accompagnato e il soggetto va aiutato e informato dinanzi a una diagnosi di HIV - AIDS”.

Da qui la necessità che il test sia posto all’attenzione del Consiglio Superiore di Sanità “per valutare come lo strumento di autodiagnosi possa eventualmente essere ‘accompagnato’, a maggiore tutela della persona”, ha spiegato la Lorenzin.

 

Per approfondire guarda anche: “I miti sull'HIV“

Leggi anche:
Per l'identificazione dell'infezione da HIV sono disponibili varie metodiche: sierologiche o virologiche.
TAG: Malattie infettive | Virus | Infezioni | Organi Sessuali | Sessualità
GoSalute
Scritto da:
GoSalute