Avrei una domanda per voi: il virus dell'epatite b, una volta che è al di fuori dal corpo umano, perde la capacità di infettare dopo circa 7 giorni e quello dell'epatite c dai 2 ai 4 giorni. Quello che volevo sapere è se la minore quantità di aria può influenzare questi periodi di tempo. Ipotizzo un caso un pò assurdo, ma per rendere l'idea: ammettiamo che una quantità di sangue infetto cade su una scrivania, e sulla scrivania, sopra questa chiazza di sangue, viene messo un libro grosso, quindi di fatto la chiazza di sangue si trova sopra la scrivania ma sotto il libro grosso, e quindi non c'è aria: la mancanza di aria in questo caso può ritardare la perdità di capacità di infettare da parte del virus? Se si, di quanto?