Salve dottore, molto spesso soffro di dolori di stomaco e di pancia: ho pancia gonfia, crampi addominali, diarrea, bruciori alla bocca dello stomaco, tutto ciò da più di 3 anni tanto che nel giro di pochi mesi ho perso 10 kg dato che cercavo di mangiare poco per paura di stare male. Ho fatto prick test per allergie alimentari e analisi della... Leggi di più celiachia risultate negative. Più di un anno e mezzo fa ho avuto una tiroidite virale con TSH, T3, T4 fuori dai range (virale perchè non avevo gli anticorpi) comunque mi dissero di continuare a controllare almeno ogni 6 mesi i valori degli ormoni e gli anticorpi avendo la mamma con tiroidite di Hashimoto, zie e nonna che soffrono di problemi alla tiroide e anche perchè dall'ecografia la tiroide risultava ipervascolarizzata con un nodulo di piccole dimensioni a livello dell'istmo. Rifatte le analisi gli anticorpi antitireoglobulina sono risultati alti rispetto al range nonostante i valori degli ormoni fossero o di poco fuori dai range o rientravano nei valori. Nel periodo in cui ho avuto valori sfalsati della tiroide mi hanno giustificato il fatto dei vari dolori allo stomaco e all'intestino come possibili conseguenze della tiroidite. Ora che gli ormoni sono nella “quasi” norma io continuo a soffrire di crampi, gonfiori, diarrea, ultimamente anche di nausea, mi sento stanca e spossata molto spesso ed ho afte ricorrenti. Ho fatto un'ecografia addominale e il dottore che me l'ha fatta, trovando tutti gli organi dell'addome superiore normali, mi ha controllato a livello dell'intestino e, sottolineandomi il fatto che un'ecografia non è assolutamente il miglior modo per controllare l'intestino, ha visto che nella fossa iliaca destra è presente un'ansa intestinale lievemente ispessita con iperecogenicità della sottomucosa. Ora, le vorrei chiedere, dato che mi è sorto il dubbio leggendo vari articoli su internet riguardo la correlazione tra celiachia e tiroide, se dovessi fare altri controlli per la celiachia avendo anche una cugina celiaca e se c'è la possibilità che sia risultata negativa agli anticorpi della celiachia per la presenza degli anticorpi antitireoglobulina o se il risultato dell'ecografia possa sottolineare il fatto che debba fare ulteriori controlli sempre riguardo alla celiachia o riguardo altri possibili problemi dell'apparato digerente.