22-09-2017

Bpm bassi: rischi per il cuore?

Buonasera, sono una donna di 37 anni, 155 cm per circa 48 kg, faccio palestra due volte a settimana (ora sono ferma da circa un mese) e se non vado in palestra cerco di fare una camminata di circa 8 km a passo sostenuto tutti i giorni. Purtroppo sono un soggetto che soffre di attacchi di panico e spesso sono preoccupata per il mio cuore, ho questa paranoia che non riesco a sconfiggere, sono in cura anche da una psicologa per i miei attacchi di panico e le mie molteplici paure.

Questa mia preoccupazione per il cuore mi porta a misurarmi continuamente la frequenza cardiaca. Spesso la mattina appena sveglia sono molto alti e fatico ad alzarmi e fare qualsiasi attività. Nel pomeriggio invece si abbassano, un attimo fa avevo 55 pulsazioni al minuto... troppo poche? Ho il terrore che mi si fermi il cuore o che parta all'impazzata ed "esploda". A luglio ho fatto un controllo dal cardiologo e mi ha detto che a suo avviso è tutto nella norma, ma io sono sempre all'erta. Cosa posso fare per stare più serena? Grazie

Risposta di:
Prof. Luigi Iorio
Specialista in Cardiologia e Medicina interna
Risposta

Gentile sig.ra, il cuore non si ferma facilmente, ha una capacità di adattamento molto ampia. Con questa convinzione potrà non misurare i suoi battiti continuamente. Cerchi di avere molta fiducia in se stessa e si faccia aiutare dalla sua psicologa. Auguri prof Luigi Iorio

TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Psicologia | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!