Buongiorno, circa 15 gg fa avverto forte bruciore in gola, abbassamento iniziale di voce, poi afonia per un paio di gg, poi nuovamente abbassamento. Il 6’ gg mi reco dal medico di base il quale mi guarda in gola e diagnostica una tracheite e mi ordina delle bustine di antinfiammatorio naturale, un collutorio per fare i gargarismi ed una pomata... Leggi di più gentalyn beta per un ascesso inguinale dovuto ad un pelo incarnito. Dopo 4 gg la situazione non migliora e compare una tosse secca. Torno dal mio medico di base il quale auscultandomi trova i polmoni liberi, quindi rimane inalterata la terapia tranne per l’aggiunta di un antibiotico per l’ascesso. Il gg successivo l’ascesso si rompe e nel pomeriggio dello stesso gg mi sale la febbre per 3 gg con temperatura minima di 37,5 e massima di 38,3. La tosse si fa un po’ più grassa ma fatico ad espettorare e 3 gg dopo che la febbre era passata noto nel muco espettorato con un colpo di tosse una piccola striatura di sangue. A questo punto il medico di base mi prescrive un rx torace che rileva quanto segue: “ campi polmonari bene espansi con disomogeneo addensamento delle strutture parenchimali in sede basale sinistra. Ombre ilari e cardio-vasale nei limiti. Seni costofrenici liberi”. Il mio medico mi dice trattarsi di una broncopolmonite e mi prescrive iniezioni di antibiotico, cortisone per bocca e riposo assoluto. Oggi é il terzo gg di cura ma la tosse ancora risulta a tratti grassa e a tratti secca con difficoltà di espettorare. Quel poco muco emesso con la tosse appare comunque di un colore giallo-verde ma più chiaro dei gg precedenti l’inizio della terapia e non presenta striature. Quando respiro a fondo talvolta avverto un crepitio nella parte bassa del polmone sinistro e ad oggi la voce non è tornata limpida come al suo normale. A volte è un po’ più flebile. Avendo avuto l’esperienza di mio padre con un carcinoma polmonare mi chiedo se non possa essere sospettato qualcosa di più grave. Grazie per il consulto