27-05-2008

Buonasera a mio padre di 67 anni è stata

Buonasera A mio padre di 67 anni è stata diagnosticata una neoplasia a possibile primitività dalle vie biliari intra-epatiche (colangiocarcinoma) secondarismi linfonodali addominali pluri-stazionari stadio IV Oggi ha iniziato il ciclo chemioterapico con loschema GEMOX(GEMCITABINA+OXALIPLATINO). Secondo voi questo è il trattamento più adeguato? Da chi potrei far visitare mio padre? Lui è in buone condizioni generali, l'unico fenomeno visibile è un suo dimagrimento di 4kg mentre non presenta altri aspetti tipici della sua patologia. Spero di ricevere presto nuove notizie in fede Stefano Lana
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La adeguatezza della decisione terapeutica richiede una valutazione da parte dello specialista oncologo, esperto in chemioterapie. Dal punto di vista dell’epatologo la prima scelta terapeutica dovrebbe essere di tipo chirurgico se non sussistono controindicazioni.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!