Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

21-02-2013

Buonasera,durante un controllo di rutine, a mia

Buonasera,durante un controllo di rutine, a mia zia,51 anni sono state riscontrate delle microcalcificazioni al seno. Il medico della ASL ci ha detto che occorre fare una biopsia, ma siccome la zia è diversamente abile e ha difficoltà a stendere e muovere il braccio destro e ha delle "tensilni nervose" che la portano a fare movimenti,sussulti improvvisi,il medico sostiene che non c'è possibilità di effettuare l'esame necessario perchè richiede che la paziente stia 15 minuti con le braccia alzate e richiede la completa immobilità da parte della paziente. Mi domando come sia possibile questo? non c'è un modo per effettuare la biopsia necessaria?Non si puo' effettuare una anestesia? Il medico in questione non ci ha fornito ulteriori spiegazioni, non ci ha indirizzato minimamente.Abbiamo chiesto un referto per sentire altri pareri,e solo dopo la nostra insistenza potremmo avere il risultato dell'esame effettuato a metà gennaio lunedìì 25/02(mi chiedo, quanto ci vuole per scriverlo?????) Vi ringrazio per la vostra attenzione e il cortese riscontro
Risposta di:
Dr.ssa Fiammetta Trallo
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta
Quando non e' possibile eseguire la biopsia mammaria con il Mammotone, come nel caso di Sua zia, si può fare una biopsia chirurgica in anestesia generale asportando un piccolo pezzo di mammella includente le micro calcificazioni da esaminare. Fate bene a sentire altri pareri e comunque queste situazioni, x fortuna, non sono urgenti.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!