Leggi anche:
L'ipertensione arteriosa è un disturbo della pressione del sangue: una condizione molto diffusa che può essere controllata con stili di vita equilibrati.
16-02-2006

Buonasera, ho appena effettuato un ecocardiografia

Buonasera, ho appena effettuato un ecocardiografia poichè soffro di ipertensione. Questo l'esito: FRCV: genitori cardiopatici, Dislipidemia, no tabagismo e d. mellito. nega nefropatie, colelitiasi; distiroidismo in passato. nega dispepsia. ECG nella norma Cefalea. riscontro di elevati valori di PA (confermati al MAPA) F. OCULI RI di grado lieve contraccettivi orali. riferita flebite in trattamento con contraccettivi. nega sintomi di rilievo, no sincopi, episodico cardiopalmo ACR rinforzo TII sui focolai della base polsi presenti. PA 140/86 MM hg bilat. Camere cardiache non dilatate. Spessori e FE nei limiti lieve Rigurgito mitralico Ao toracica; non anomalie M/F nei tratti esplorabili SIA assottigliato e con apparente discontinuità (FO) in assenza di chiari segni di shunt e/o segno di sovraccarico dx VCI non dilatata. Rete di chiari in A. DX In relazione alla sintomatologia soggettiva (cefalea) e all'anamnesi farmacologica utile esame tranesofageo controllo di valori di PA Videat ginecologico (sospende CO?) vitto asodico da rivalutare. Questo è tutto. Mi potreste dare ulteriori info? La transesofagea mi spaventa. Grazie mille.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Il sospetto è di una possibile esistenza di una comunicazione interatriale che spesso non è evidenziabile per motivi tecnici con l’ecocardiogramma transtoracico tradizionale. L’eco transesofageo è in questo caso indicato, è un po’ fastidioso, ma complessivamente Le consiglierei di eseguirlo: è un piccolo sacrificio, ma Le risolverà i dubbi.