05-04-2006

Buonasera, sono un uomo di 45 anni e casualmente,

Buonasera, sono un uomo di 45 anni e casualmente, a seguito di disturbati indicati come "fame d'aria", ho fatto circa due anni fa una ecografia e mi è stata diagnosticata AORTA BICUSPIDE CALCIFICA CON MODERATA STENO INSUFFICIENZA. Attualmente dopo una ennesima ecografia, la stenosi si è trasformata in medio serrata e moderata insufficienza. altre info: E.C.G.a riposo alterazioni aspecifiche della ripolarizzazione ventricolare PAO a riposo: 135/80mmhg ESAME OBIETTIVO: sistolico alla base 2/6 irradiato al collo, polsi simmetrici, non stasi CONCLUSIONI: buon compenso emodinamico, consultare cardiochirurgo per eventuale intervento. in definitiva mi si prospetta un intervento chirurgico per la sostituzione della valvola aortica. ho un pò di timore e vorrei sapere se è obbligatorio, quali rischi ci possono essere, se la valvola resiste negli anni e i tempi di riabilitazione. Premetto che sono di Padove e so che esiste un buon centro cardiochirurgico. il clolesterolo è nella norma e dovrei smettere di fumare. vi ringrazio per la vostra cortese risposta.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Le indicazioni chirurgiche in un soggetto asintomatico con stenoinsufficienza aortica da valvola bicuspide non sono legate all’entità del vizio, ma dipendono da altri fattori come: 1) Presenza, entità e progressione della dilatazione dell’aorta ascendente; 2) Presenza, entità e progressione della dilatazione del ventricolo sinistro. Se invece Lei fosse sintomatico (non capisco se la “fame d’aria” sia una mancanza di respiro da sforzo) vi è indicazione all’intervento. Il centro cardiochirurgico della Sua città è altamente qualificato.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!