21-03-2008

Buongiorno, a mio padre è statta fatta la

Buongiorno, a mio padre è statta fatta la seguente diagnosi a seguito di una tac, ma i medici non hanno saputo dire che cosa sia esattamente, spero che voi potrete aiutarmi... Epatomegalia con multiple e diffuse nodularità ipodense sia in fase arteriosa che tardiva del diametro di 10mm. Presenza di due linfonodi di 7 ed 11 mm in corrispondenza del legamento epatuoduodenale. Assenza di linfonodi di dimensioni patologiche in sede celiaca ed epatoduodenale. Assenza di reperti patologici a livello pancreatico. Presenza di ectasi varicose in sede esofago-cardiale e di area di ipervascolarizzazione di 25mm nella porzione superiore della piccola curvatura gastrica di non sicuro significato patologico. Il quadro TC presenta caratteristiche suggestive per localizzazioni secondarie epatiche. Vie biliari non dilatate. Assenza di ascite in sede sovramesocolica. Che cosa significa tutto ciò! Grazie mille per il vostro aiuto! Elisa
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Bisogna premettere che non è possibile trarre delle conseguenze diagnostiche dalla lettura di un unico esame clinico al di fuori del contesto clinico che lo ha generato. Si può solo fare una interpretazione di quanto il radiologo riferisce nel suo referto. Da esso sembra si possa rilevare che sono presenti i segni di una malattia epatica cronica avanzata (v verosimilmente del tipo “cirrosi epatica”, in base al aftto che il fegato è di dimensioni aumentate (epatomegalia) e che sono presenti delle varici esofagee (ectasie venose varicose). Inoltre sonoevidenziati numerosi noduli nel fegato, le cui caratteristiche sembrano indicare che essi sono delle metastasi, cioè localizzazioni secondarie di un tumore che ha origine in una sede diversa dal fegato. Infine, a livello dello stomaco la TC rileva una zona anomala che deve essere ulteriormente investigata, in quanto potrebbe essere la sede della patologia primitiva.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna