Buongiorno,da circa 4 anni soffro di una fastidiosa extrasistolia, che mi condiziona fortemente la qualità della vita. Il disturbo si presenta con incredibile regolarità: tipicamente nel tardo pomeriggio, a giorni alterni, per scomparire dopo 8-10 ore. Arrivo ad avvertire un extrasistole ogni 2-3 battiti. L'insorgenza è improvvisa e nelle ore che... Leggi di più seguono l'insorgere del sintomo avverto una sensazione di tensione al cuore, e spesso anche un lieve dolore toracico a lato sx.Nei momenti in cui le extrasistole non sono presenti, non avverto disturbi particolari, le extrasistole sembrano del tutto assenti, anche se compio sforzi eccessivi. Spesso, invece, ho avvertito una successione di battiti molto forti (apparentemente non aritmici) nel momento in cui passo da una posizione stesa, seduta o curva ad eretta.Soffro di ipertensione (ho avuto punte di 90-150), per la quale assumo del Verapamil (Isoptin 240mg, 1 compressa al dì, che dovrebbe agire anche sull'aritmia).Ho effettuato i seguenti esami:2004 Visita cardiologica, ECG, Holter ECG e pressorio;2005 Visita cardiologica (da un cardiologo diverso), ECG, Ecocardiogramma;2006 Visita cardiologica (da un artimologo), ECG, prova da sforzo, Ecocolordoppler;Gli esiti degli esami sono:Ecocardiogramma: VS di normali dimensioni, spessori e cinesi, totale e segmentaria. Lieve ectasia del bulbo aortico.Holter: RS FC media 72 bpm (58-132), 706 BESV isolati, talora condotti con aberranza. Assenza di BEV e anomalie del recupero.Holter pressorio: buon controllo con normale andamento circadiano;ECG da sforzo: a cicloergometro. Test massimale (stop 100W), FC max 160 bpm, PA max 140/85, test negativo per ischemia. BESV isolati per tutta la prova (ho svolto la prova mentre il disturbo era presente).ECG: tachicardia sinusale a FC 120 bpm (non avevo assunto la dose odierna di Verapamil), FC 120 bpm, PR 0,14 sec, QT 0,34 sec. Normale il QRS e la ripolarizzazione. Presenza di numerose extrasistoli atriali isolate, monomorfe con aspetto negativo nelle derivazioni inferiori. I BESV sono tardivi, con accoppiamento costante. Verosimilmente originano dall'atrio dx basso.E.O. cardiaco: toni tachicardici, in successione ritmica. Pause libere. Frequenti battiti prematuri.Tutti i cardiologi interpellati dicono che non devo preoccuparmi.Nel 2006 ho inoltre effettuato di mia iniziativa una TAC del torace senza mezzo di contrasto, con esisto negativo.Nel 2007, fine, mi sono rivolto ad un neurologo per verificare la possibile relazione tra la presenza di frequenti fascicolazioni muscolari e le extrasistole, ma il neurologo ritiene che non ci siano elementi per ipotizzare la presenza di malattie neurologiche (a dir la verità senza effettuare indagini strumentali, ma in base al solo esame visivo), e associa i disturbi ad un forte stato d'ansia (polarizzazione affettiva). Mi ha prescritto un RMN del cranio senza contrasto per tranquillizzarmi, dalla quale non è emerso nulla.Altre informazioni di background: Colite spastica. Pregressa tiroidite, decorsa asintomatica, riconosciuta nella fase di regressione (non ho praticato terapie).Un parere?cordiali saluti