Buongiorno Dottore volevo far una domanda per conto di mia nonna, una signora di 82 anni afflitta da endocardite da enterocco fecalis. Dieci anni orsono é stata sottoposta ad un intervento di sostituzione della mitralica con una valvola biologica, ora dopo numerosi e purtroppo vani tentativi di debellare la vegetazione annidiatasi alla valvola con cicli antibiotici ci é stato proposto come soluzione l' intervento chirurgico.Premetto che a luglio del 2006 le é stata impiantata una protesi all' anca e e in occasione di questo fatto i medici ci avevano riferito che, date le condizioni generali di saute, l' anestesista gli aveva concesso per l 'intervento un tempo molto breve. Sono consapevole del fatto che per una precisa risposta dovrebbe conoscere meglio tutto quanto il quadro clinico ma con le tecniche cardiochirurgiche attuali é possibile ottenere dei risultati soddisfacenti e una buona percentuale di riuscita dell'intervento anche considerando l età avanzata e tutti i problemi che ne conseguono??...In attesa di una sua risposta la ringrazio infinitamente.