19-03-2008

Buongiorno, ho 26 anni e da quasi 6 anni dopo aver

buongiorno, ho 26 anni e da quasi 6 anni dopo aver fatto una dieta rigida ho continue piccole scosse nel petto, sotto il seno sinistro e in mezzo,che mi arrestano nei movimenti,durano per qualche minuto poi cessa tutto. Si presentano 3 o 4 volte al mese, la mia alimentazione è diventata ottima verso i 24 anni e ho raggiunto un peso forma di 55 chili per 165,non faccio alcun tipo di sport, la mia preoccupazione è dovuta dal fatto che ho una strana febbricola 37, ma dagli esami del sangue delle urine è tutto nella norma, nessuna infezione,solo una leggera anemia,ho eseguito rx toracico e non evidenzia nulla, ultimamente pero' mi sveglio con il cuore ad un battito accellerato, questo dura pochi minuti, da cosa può dipendere? il mio medico di base mi ha rassicurato dicendo che ci dovro' convivere per sempre e non è nulla di grave, ma io ho un pò paura.grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’anemia può dare tachicardia (= battito accelerato), e quindi può essere opportuno correggerla (ad esempio, con un cura a base di ferro che le potrà prescrivere il suo medico se agli esami del sangue si evidenziasse che alla base dell’anemia ci sta una carenza di ferro). Altre cause di “battito accelerato” possono essere l’abuso di bevande contenenti caffeina (thè, caffè, coca-cola, red-bull) e il fumo di sigaretta (se fuma, il consiglio è di smettere). L’attività sportiva regolare (ad esempio, piscina 2-3 volte/settimana, ciclismo, jogging) è invece consigliabile, perché è salutare per il sistema cardiovascolare e contribuisce al benessere psicofisico dell’individuo. Dal punto di vista degli esami, se non lo ha ancora fatto, faccia un elettrocardiogramma (ECG). Cordiali saluti.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!