Buongiorno,ho 27 anni e da 3 anni mi hanno diagnosticato l'aorta bicuspide con insufficienza e rigurgito di grado moderato.Nella mia vita ho sempre fatto molto sport,anche a livello agonistico,e ho continuato a farlo anche dopo che mi hanno informato del problema (il centro medico dove andavo a fare le visite mi ha sempre dato l'idoenità).In... Leggi di più generale mi sono sempre sentito bene, ma da quest'estate ho iniziato ad avvertire disturbi come dei brevi momenti di mancamento simili a capogiri e alcune difficoltà respiratorie.A volte mi sento infatti come se mi mancasse il fiato,come se sentissi il bisogno di fare un respiro profondo.Dopo alcuni mesi,visto che la cosa non passava,ho iniziato a fare alcune visite ed hanno iniziato a parlarmi della necessità di un'operazione.Così ho fatto due visite da due cardochirurgi di due diverse ospedali della mia città, e tutti e due mi hanno confermato della necessità dell'operazione più o meno a breve,ma non subito (mi hanno detto di ritornare con un nuovo ecocardiogramma dopo 6 mesi),perchè comunque il cuore non è ancora troppo grosso.Mi hanno fatto fare anche un'angiocardioscintigrafia che però ha confermato che tutto funziona correttamente.Io questi problemi li ho ancora entrambi,i mancamenti meno di quest'estate ma il problema respiratorio ancora uguale.Inoltre non riesco a stare fermo in piedi per più di 15-20 minuti, perchè mi ritornano quei sensi di mancamento.Ieri ho fatto un'altra visita da un importante cardiologo della mia città,esperto in emodinamica,che mi ha confermato che il cuore funziona perfettamente e i miei problemi non sono dovuti al cuore. Mi ha detto che l'operazione non è necessaria a breve e mi ha prescritto una cura a base di bisoprololo e triatec. Volevo quindi sapere qual'è la strada giusta da seguire e se l'operazione risolverebbe completamente il mio problema.Nel caso dell'operazione è da preferirsi la sostituzione valvolare o la riparazione valvolare?Grazie.