buongiorno.mio padre di 57 anni negli ultimi 5 anni ha avuto un paio di episodi di prostatite, sempre risolti. I test del PSA effettuati in questi ultimi anni non hanno mai dato segnali d'allarme perchè rientravano sempre nei parametri corretti. Questa estate la "prostatite" o presunta tale è tornata in forma molto più forte, e a settembre mio padre ha iniziato ad avere perdita di sangue nelle urine: paradossalmente il PSA fino ad una settimana fa restava però assolutamente nella norma ma la prostata alla palpazione appariva molto dura e ingrossata. Ieri dopo una cistoscopia e una biopsia prostatica il medico ha rilevato la presenza di una massa, attendiamo esito della biopsia ma il medico ipotizza sarcoma. é possibile che il PSA non l'abbia evidenziato prima? L'ultimo esame del PSA effettuato ad agosto era perfetto, solo una settimana fa il valore è risultato lievemente, molto lievemente sballato.Saprebbe indicarmi dunque come mai?Nel caso la diagnosi fosse di questo tipo, ci sono centri d'eccellenza in Italia dove intervenire con terapia/chirurgia? ci sono terapie sperimentali che stanno dando risultati su questo tipo di tumore?ringrazio moltissimo chi mi risponderà, visto che sono piena di paure e di interrogativi e voglio fare tutto il possibile per aiutare mio padre che ha solo 57 anni.grazie