23-05-2018

Cervicale/ stress o altro?

Buonasera gentili esperti,

vorrei descrivervi cosa mi sta succedendo da un po di tempo a questa parte. Sono un ragazzo di 29 anni, sportivissimo, sempre iperattivo, e vengo da un periodo di forte stress emotivo a causa della fine di una mia relazione. per farla breve, ho sperimentato attacchi di panico (mai avuti prima) che mi hanno portato a fare diversi accertamenti sia generali che al cuore (sono molto ipocondriaco, perche non sono abituato a stare male, quando ho un dolore tendo a pensare al peggio). tutti gli accertamenti al cuore hanno dato esito negativo. Il dottore mi ha detto che avrei dovuto riposare, dormire di piu, e ridurre lo stress (sono promoter in diversi locali, mi alleno tra pesi, corsa , e lotta) e in piu lavoro nelle forze armate. per arrivare al dunque, pensavo che questo periodo di stress fosse finito, e invece ..no. di punto in bianco un giorno inizio a sentirmi intontito e inizio ad avete una sensazione di depenalizzazione ovvero sono confuso mentalmente, non riesco a stare lucido, è come essere qui .. ma non esserlo. non riesco a concentrarmi, il tutto accompagnato da una stanchezza enorme. Ma il sintomo piu evidente è che mi sento il collo come "caldo" o anestetizzato, e quando questa sensazione mi colpisce, se provo a piegare il collo.. non me lo sento! come fosse anestetizzato.

È una sensazione veramente fastidiosa perché non mi permette di stare lucido, mi sento stanco, e l unica cosa che posso riferire é che la sensazione si allevia solo quando mi sdraio. se mi sdraio, allora posso sentire beneficio. Detto questo, devo riferire che la stessa identica sensazione l ho avuta 4 anni fa, accompagnata dal senso di derealizzazione, e in quel tempo ero andato a fare una RMN con e senza contrasto, risultate entrambe negative. A questo punto io non so che pensare: ho letto che esiste la cervicale da stress anche se io non ho dolori al collo, solo sensazione che lo stesso sia anestetizzato. e giorni in cui mi viene ad un certo punto della giornata per poi accompagnarmi tutto il giorno e momenti come oggi dove sto meglio. e , oltre a quello, a volte avverto dolore scapolare e sottoscapolare (e ho ancje paura che sia il cuore..) ho fatto esami del sangue generali (sono donatore avis) e sono risultati perfetti e anche esami tiroide (assumo.eutirox 50) e anch essi sono perfetti. sono tornato dal medico il quale mi ha prescritto un po con scetticismo ecodoppler aorte superiori. io a questo punto non so che fare, perche davvero quando mi prende non riesco a stare lucido, divento stanco, mi viene solo voglia di stendermi. non ho ne cali di peso e nemmeno di appetito, solo una rendita minore negli allenamenti e forse tachicardia. dovrei fare accentramento neurologico? ce qualcosa che potrei prendere? o solo staccare.completamente per una settimana? vi ringrazio in anticipo per la risposta

Risposta di:
Dr. Gianpiero Molucchi
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Risposta

Egregio Signore, descrive con dovizia di particolari la sintomatologia che l'affligge. È circostanziato, meticoloso, probabilmente chiede molto a sé ed agli altri. 4 anni fa c'è da ritenere che vi sia stato un fallimento in qualcosa....del pari ora dopo l'abbandono volontario(?)di una giovane. Credo abbia fatto tutte o quasi le indagini cliniche opportune. Non pensa sia il caso di cominciare a consultare uno psicoterapeuta?

A lei ogni decisione . In bocca al lupo

TAG: Adulti | Collo | Disturbi dell'umore | Esami | Giovani | Malattie psichiatriche | Psichiatria | Psicologia | Salute mentale | STEP - Sportivo | Terapie | Valori normali
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!