Gentili dottori, vorrei chiedere un consiglio su come procedere in merito a un problema di cui soffro da alcuni mesi (maggio). Avverto dei momenti di forte tensione dove ho la sensazione di fame d'aria, giramenti di testa, debolezza negli arti inferiori e tremori profusi. Soffro di ansia e ipocondria per cui in questi momenti vado davvero nel panico. Ho chiesto consiglio al mio medico ma ritiene che sia un fatto ansioso. Negli ultimi due anni ho effettuato visita cardiologica con ECG, normale. Faccio ogni 5 mesi le analisi del sangue, tutti i valori nella norma. Controllo la pressione due tre volte al giorno e la saturazione con il saturimetro, anche questi normali. L'unico disturbo fisico che mi è stato riscontrato è una forte cervicalgia, con verticalizzazione (così ha detto il medico) della cervicale e varie e continue contratture nella parte del collo e delle spalle. La mia domanda è la seguente. Possono i miei sintomi derivare da un problema della cervicale o si tratta di sintomi psicogeni? Oltre alla psicoterapia, che già faccio, posso effettuare altre analisi per stare tranquilla? Grazie a chi risponderà.