Buongiorno, ho scoperto che un ragazzo che sono interessato a frequentare è sieropositivo. Essendo molto ansioso e da sempre terrorizzato dalle malattie sessualmente trasmissibili e HIV in particolare, vorrei invece cominciare ad essere razionale e capire quali rischi si corrono nel frequentare una persona sieropositiva. Siamo entrambi versatili, quindi fermo restando l'utilizzo del preservativo sia in rapporti anali attivi che passivi e anche in quelli orali, sia attivi che passivi, i miei dubbi sono essenzialmente su tanti piccoli atti della sessualità ed intimità quotidiana che si possono verificare e nei confronti dei quali è assolutamente importante conoscere la pericolosità per affrontare serenamente l'eventuale stare insieme.Chiedo alla dottoressa quindi un parere sulle seguenti azioni:stare nudi strofinandosi l'uno sull'altro senza penetrazioni ma con gli organi sessuali che si strofinano è pericoloso per la presenza di liquido pre-spermatico con il quale si può entrare in contatto? Anche in caso di una masturbazione e il contatto del liquido pre-spermatico o anche dello sperma stesso sul corpo, mani, ecc.Stimolare l'ano con il dito prima o indipendentemente dalla penetrazione, sia da attivi che passivi, può rappresentare un pericolo? Penso a microlesioni della pelle, pellicine sollevate, mani screpolate, ecc.Il bacio profondo, soprattutto dopo essersi lavati i denti (per lo sfregamento delle gengivi che possono sanguinare), aver usato uno stuzzicadenti o per la presenza di crosticine, labbra screpolate ecc...è a rischio?Nel caso della persona in questione comunque parliamo di una persona che si sta curando e ha delle buone analisi sia per quanto riguarda i cd4 che la carica virale (non rilevabile). Ringrazio in anticipo per le risposte perché davvero vorrei smettere di avere paura, intendo paura irrazionale, e capire come e se è possibile anche solo ipotizzare questa storia.