21-06-2017

Ciclo con dolori molto forti

Salve sono una ragazza di 18 anni. Da ormai qualche anno cerco di dare un nome ad alcuni sintomi che ho, ma dopo aver consultato diversi esperti quasi tutti non mi prendevano sul serio e rispondevano con la classica frase "È normale! Succede a tutte le giovani"
Parto dicendo che ho problemi estetici molto evidenti quali peluria su tutto il corpo (proprio tutto, persino il viso) e la velocità di ricrescita dei peli è rapidissima, nel giro di qualche ora già rispuntano fuori dopo una dolorosa ceretta; ho acne sia nel viso che nella schiena, i capelli mi si stanno diradando principalmente nel centro della testa (si sporcano molto facilmente e si ungono in prossimità delle radici, mentre rimangono secchi e facilmente spezzabili nelle punte), sudo molto facilmente (non sono in sovrappeso, peso 58kg e sono alta 1,64) ed infine ho problemi di incontinenza. Avverto sempre lo stimolo di dover andare in bagno a fare pipì anche quando non ne ho bisogno, ci vado almeno 3 volte nel giro di 1ora sennò incomincio a sentire tensione nel basso ventre come se fossi gonfia di acqua.

Ho avuto il ciclo all'età di 10 anni (ovvero 8 anni fa). Il ciclo è abbondante e irregolare con una durata che varia dai 7 ai 10 giorni tra il sangue spesso ho perdite mollicce, grumose, a volte salta per un mese, ed è molto molto doloroso; sembra quasi che in questi ultimi 3 mesi il dolore peggiori sempre di più in maniera notevole, l'ultima volta che l'ho avuto mi ha causato uno shock, una "paralisi" ai muscoli delle gambe e delle mani con un acuto formicolio, ma è passato tutto nel giro di due ore circa.
Ho fatto esami del sangue, visita cardiologica, ecografia, ma nulla che abbia rivelato qualcosa di anomalo, la situazione va peggiorando e nessuno mi crede o pensa che ci sia qualcosa di grave. Che cos'ho? Non so nemmeno su quale strada indirizzarmi. Attualmente mi segue una ginecologa che mi è apparsa un po' piú competente di quelli/e che ho incontrato in precedenza, mi ha prescritto dei dosaggi ormonali da fare, ma che cosa dovrei aspettarmi? Quale può essere il problema?

Risposta di:
Dr. Maurizio Simonelli
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta

Potrebbe essere un problema di iperandrogenismo: è necessario dosare gli ormoni androgeni, cioè testosterone, 17-idrossiprogesterone, DHEA-S, deidroepiandrosterone, cortisolo, ACTH; poi quelli sessuali FSH, LH, estradiolo, prolattina, in 5' giornata del ciclo e Progesterone in 21' giornata, per vedere se ovuli regolarmente. Se gli esami vanno bene, la terapia è la pillola, altrimenti devi consultare un endocrinologo.

Il disturbo urinario è legato allo stress: devi urinare ad orario, ogni ora la prima settimana, aumentando l'intervallo tra le minzioni di 15 minuti ogni settimana, fino ad un massimo di 3 ore tra una minzione e l'altra. Si chiama "Bladder re-training" ed è una terapia comportamentale! Con la pillola le mestruazioni saranno molto meno dolorose e scarse!

TAG: Endocrinologia e malattie del ricambio | Ghiandole e ormoni | Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile