Circa un anno fa ho avuto un episodio di totale perdita dei sensi, preceduto da forte mal di testa, alterato ritmo cardiaco,respiro affannoso. Sottopsto in giornata ad ECG non risultò nulla a carico del cuore. Poichè i sintomi sopra descritti si ripeterono, ma senza svenimenti, è stato diagnosticato da medico psichiatra essere affetto da attacchi... Leggi di più di panico.La cura che seguo da un anno è Sereupin e i sintomi descritti sono scomparsi.Qualche giorno fa, per altri motivi, ho fatto un ECG dal quale risulta un pregresso probabile infarto infero-laterale confermato da ecocardiogramma dal quale risulta:"lieve ispessimento dei lembi valvolari aortici e lieve dilatazione ventricolare sinistra.Acinesia della parete postero-laterale segmento basale e medio.Ipocinesia del SIV anteriore segmento basale e medio con minima incisura mesosistolica.Modica riduzione della funzione sistolica globale(FE45%)Insufficienza mitralica lieve.Pattern velocimetrico transmitralico da alterato rilasciamento ventricolare sinistro.Ispessimento dei lembi valvolari mitralici.Ispessimento del SIA a livello della fossa ovale". Mi è stato consigliata una scintigrafia miocardica che farò a giorni. La mia domanda è la seguente: l'infarto diagnosticato non saprei che attribuirlo come avvenuto in quegli episodi sintomatici avvenuti un anno fa, ma mi chiedo, se così è stato, come mai l'ECG fatto allora risultò negativo? E' possibile ci sia stato un errore e magari i supposti attacchi di panico non sono la causa dell'allora miei malesseri? Infine dalle risultanze dell'ecocardiogramma com'è la situazione del mio cuore? Grazie molte delle gentili informazioni che spero possano dissipare i miei dubbi.