31-01-2017

Colon irritabile o ernia inguinale?

Salve, ho 22 anni, sono un ragazzo, peso circa 57 kg, sono alto 1.75, quindi sottopeso e volevo chiedere un consulto sui miei sintomi. A marzo del 2016 sono stato operato di ernia inguinale secondo metodo Trabucco nel lato destro con orchidopessi. L'intervento è andato bene e anche il post-operatorio a parte qualche piccolo dolorino nei mesi successivi.
A fine novembre ho cominciato a sentire un fastidio nel lato sinistro che è durato per circa due settimane, ma poi è scomparso. Il 30 dicembre però è tornato e non accenna a smettere, ho dolore anche al fianco sinistro, soprattutto quando sono in piedi, ma anche da sdraiato e seduto. Da sdraiato inoltre sento continui gorgoglii allo stomaco e faccio parecchia aria inodore. In bagno ci vado ogni giorno, però alterno feci molle a feci dure e a volte noto anche la presenza di filamenti, come se ci fosse del muco. Ci tengo a dire che le feci sono completamente inodore. Poi noto anche rigidità sul fianco sinistro, rispetto al lato destro.

Il medico ha detto, senza controllare, che potrebbero essere aderenze addominali dovute all'operazione di un anno fa. Sono molto ansioso e cercando su internet la mia ansia è aumentata, anche perché, a quanto vedo, questi sintomi combaciano con molte patologie, da gravi a non gravi. Per questo che sto scrivendo qui e devo cambiare anche medico. Volevo sapere se questi sintomi possono combaciare con l'ernia oppure con il colon irritabile, e cosa potrei fare per calmare il dolore. Grazie dell'attenzione e grazie in anticipo per la risposta.

Risposta di:
Dr. Paolo Pantanella
Specialista in Gastroenterologia e Pediatria
Risposta

Con il metodo chirurgico usato su di lei non possono essere nate aderenze. Ha sintomi compatibili con il colon irritabile ma una diagnosi può essere posta solo dopo una visita. Cordiali saluti

TAG: Chirurgia generale | Gastroenterologia