Buonasera,scrivo per avere un suo parere su un disturbo che ho da tempo.Da circa un anno e poco più ho vertigini soggettive, simili ad un senso di sbandamento, come se fossi su una superficie instabile. Alcune volte ho avuto anche una stranissima sensazione di pavimento molle, come se stessi camminando su dei cuscini. E' un disturbo che ho più o... Leggi di più meno sempre: alcuni giorni è attenuato, altri lo sento molto spesso, in rari giorni non lo avverto del tutto. Non cambia rispetto alla posizione che assumo: ce l'ho camminando, da seduta e da in piedi ferma.Circa 5/6 mesi prima di avere questo problema ho subito un tamponamento in auto. Poichè non mi sembrava di avere dolori o che, non ho fatto nulla. Oltre a questo ho subito un altro tamponamento, un anno e mezzo prima di quest'ultimo, dove però avevo fatto cure in ospedale (tens, magnetoterapia e un trattamento con una lampada riscaldante). In seguito a quel primo incidente non ho avuto fastidi.Ho effettuato visite da un neurologo e da un otorino, entrambe negative. La radiografia al rachide evidenzia una modesta riduzione della lordosi cervicale. Aggiungo che ho un collo piuttosto lungo, sono alta e longilinea e so di avere una postura un po' rigida. In concomitanza con questi fastidi ho passato anche un anno difficile a causa di ansia e attacchi di panico, che mi hanno causato anche delle somatizzazioni (bruciori, formicolii ecc). La situazione è comunque molto migliorata, l'ansia è sotto controllo e da tempo non ho più alcun disturbo psicosomatico.Il mio medico di base, dopo gli accertamenti e i miglioramenti psicologici, ad oggi afferma che probabilmente queste vertigini sono dovute a contrattura dei muscoli del collo, anche se non è da escludere una componente ansiosa che enfatizza il tutto.Visto che sull'ansia ci sto lavorando con ottimi risultati, mi ha proposto di sentire un fisiatra. La visita è un po' avanti, così ho pensato di sentire il parere di un altro medico, anche per arrivare preparata alla visita.Le mie domande, sostanzialmente sono:- è possibile che una contrattura possa causare queste vertigini persistenti? Se sì in che modo?- è possiblile che centri il tamponamento, anche se rigidità e vertigini sono arrivate qualche mese dopo?- con i limiti del consulto online cosa mi consigliate di fare? E soprattutto, prima o poi queste vertigini se ne andranno?Purtroppo mi condizionano un po' la vita, perchè se anche ho ripreso a fare una vita normale che l'ansia mi aveva tolto, sono comunque in difficoltà a fare certe cose (viaggiare con queste sensazioni è dura!) Grazie per l'attenzione!