Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

14-12-2012

con colite grave

gentile dottore,volevo chiederle un parere sula mia situazione che mi affligge ormai da moltissimo tempo...e da quando ero ragazzina verso i 16,17 anni che ho cominciato ad avere problemi di colite con molte scariche diarroiche bruciori forti e dolore alla minzione e non solo,i fastidi perduravano anche ore dopo...e vaginiti ricorrenti..ho fatto tante urinocolture dove risulta quasi sempre escherichia coli.trattata sempre con antibiotici..ho assunto anche disinfettanti cranberry..bevo quasi 2 litri di acqua al giorno ho fatto cicli di fermenti lattici e ho fatto tante cure antimicotiche x le vaginiti...ma purtroppo continuo a non stare bene...feci anche un urografia anni fa da cui non emerse nulla di significativo..la situazione ad oggi e' peggiorata ulteriormente...ho avuto tempo fa' un episodio di bartolinite e da allora mi fanno sempre male i genitali...li sento gonfi e doloranti...non ho quasi piu' una vita sessuale,la penetrazione e quasi inesistente ..e ogni minima sollecitazione sopratutto interna mi provoca dolore pelvico minzioni frequenti e anche diarrea ..mi chiedo tutto questo e' normale? non credo..io non so' piu dove sbattere la testa..mesi fa' ho fatto solo un tampone vaginale da cui e' risultata la candida che ho curato con l'antimicotico ..il pap test e' negativo..ho fatto anche due ecotransvaginali..tutto ok...soffro di emorroidi..credo sempre associato alla mia terribile colite che non mi fa' evacuare correttamente..con feci o dure o troppo liquide..e da tempo che noto anche difficolta' nel liberarmi come se fossi un po' ostruita e devo sforzarmi,,questo peggiora le emorroidi...caro dottore mi dia un consiglio e un parere del come mai dopo il sesso mi viene spesso anche la diarrea..sto' pensando anche di poter essere celiaca?dottore mi potrebbe consigliare un antibiotico con cui fare profilassi tipo da prendere una volta a settimane a cicli?premetto che sono allergica a chinolonici e al monuril..e' una pessima situazione la mia lo so'...La ringrazio infinitamente x una sua risposta..cordialita'
Risposta

Gentile Signora,

il suo è evidentemente in primo luogo un serio problema di tipo intestinale, quindi di competenza gastro-enterologica. L'apparato urinario e genitale non sono quindi che le ignare vittime di quanto accade altrove, seppure in zone anatomicamente così prossime. Questo è oggettivato dai ripetuti riscontri negativi alle varie indagini effettuate, che confermano una sostanziale integrità a livello vescicale e genitale. Tale e tanto è invece lo sconquasso funzionale e biologico del grosso intestino che la zona risulta perennemente attaccata da cariche batteriche molto aggressive, in grado di causare fastidiosissime complicanze. L'urologo può dire poco e vediamo che lei sta già seguendo le poche indicazioni sensate (bere molto, assumere integratori come cranberry, mannosio, eccetera). La situazione può essere migliorata solo da un serio approccio gastro-enterologico e verosimilmente anche allergologico, poiché vi è più di un dubbio che alla base vi possano essere delle intolleranze alimentari. Le auguro di poter incontrare degli specialisti competenti che la sollevino da questa situazione di cui non stento a comprendere l'impatto devastante sulla sua qualità di vita.

Cordiali Saluti

TAG: Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!