Salve, scrivo in quanto vorrei avere alcune informazioni. Mio padre (62 anni) è stato operato molti anni fa alla gamba ed è stato in terapia intensiva. Da quell'esperienza per fortuna ha avuto solo una brutta cicatrice. A gennaio ha avuto un incidente alla mano tagliandosi 3 dita e le sue difese immunitarie sono scese. Dalla gamba ha iniziato ad... Leggi di più uscire del materiale purulento e dopo un mesetto circa è andato a fare un ABG in cui risultava uno sviluppo di Pseudomonas aeruginosa che rimaneva resistente alla gentamicina e intermedio all'amikacina a tutto il resto era sensibile.Gli hanno prescritto un antibiotico e per un periodo la ferita si era rimarginata quindi non usciva più del pus. Ora si è ripresentata la stessa situazione e il medico curante gli ha consigliato di continuare con l'antibiotico. Avrei alcune domande:il Pus è meglio che esca oppure indica un processo infiammatorio che può solo aggravare la situazione?è possibile eliminare pseudomonas aeruginosa?l'unica soluzione sarebbe l'antibiotico? si puo parlare di amputazione della gamba?pseudomonas aeruginosa rimane localizzata o ci possono essere conseguenza su altre parti del corpo o sull'intero organismo? Può essere compromessa la vita con pseudomonas aeruginosa?Grazie mi scuso per le tantissime domande